Mascherine usa e getta, minaccia per l’ecosistema

La pandemia COVID-19 ci ha costretti a utilizzare costantemente mascherine per naso e bocca. Questo può rappresentare una minaccia per l'ambiente....

La battaglia che molti attivisti stavano vincendo sensibilizzando la società sull’uso di materiali monouso ha subito una battuta d’arresto.

Da alcuni anni è possibile inserire nel governo misure di gestione per evitare l’uso di sacchetti di plastica e altre forniture che creano una grande quantità di rifiuti. Ma con l’arrivo e l’espansione del COVID-19, c’è stata anche una grande minaccia per l’ecosistema: le maschere usa e getta.

Il pericolo delle mascherine monouso

Una delle misure che le persone hanno dovuto adottare per fermare l’avanzata della pandemia del Coronavirus COVID-19 è l’uso di mascherine usa e getta. Ciò significa migliaia di maschere al giorno in tutto il mondo che, se non adeguatamente smaltite, rappresentano una vera minaccia ambientale.

Le mascherine sono realizzate in un materiale chiamato polipropilene, che proviene da combustibili fossili e quando inizia il suo processo di decomposizione si trasforma in microplastiche. Possono essere necessari fino a 400 anni prima che le mascherine si rompano completamente.

Quando questi oggetti non vengono smaltiti correttamente, finiscono nei corsi d’acqua, accidentalmente ingeriti dalle specie marine, come inquinanti del suolo e altro ancora.

La nuova sfida

Sebbene sia vero che COVID-19 è stata una delle sfide più complesse che abbiamo dovuto affrontare come società a causa delle sue implicazioni sulla salute delle persone e dell’impatto della pandemia sull’economia mondiale, c’è il rischio di dovendo affrontare molto presto una nuova sfida: quella della contaminazione da prodotti di scarto derivanti dalla gestione della pandemia, come le mascherine.

È estremamente importante essere consapevoli dell’uso di questi tipi di forniture durante questi momenti in cui abbiamo ancora bisogno della protezione offerta dalle forniture sanitarie. La cura di sé è della massima importanza per fermare la diffusione del virus, ma è anche importante attuare strategie per una corretta gestione dei rifiuti che implichi il controllo del COVID-19.

Alcune delle strategie che possono essere applicate per ridurre gli sprechi e gestirli correttamente sono le seguenti:

  1. Preferire l’uso di forniture riutilizzabili rispetto a quelle usa e getta, purché rispettino le misure igieniche necessarie per non mettere a rischio la salute personale e quella altrui.
  2. Non gettare le maschere sulle strade pubbliche. Smaltire sempre queste forniture in modo appropriato, nei contenitori progettati per la gestione di questi rifiuti.
  3. Implementare il riciclaggio di questi oggetti in modo selezionato per garantire la sicurezza e allo stesso tempo ridurre la quantità di rifiuti prodotti.

Allo stesso modo, la strategia di maggior successo è l’istruzione, che ci consente di prendere coscienza della quantità di rifiuti che stiamo producendo durante questa pandemia e quindi di fare un uso responsabile dei materiali necessari per combattere questo virus.

Dobbiamo tenere presente che non solo dobbiamo sradicare questo virus, ma dobbiamo prenderci cura dell’ambiente mentre vinciamo questa battaglia.