Sogni telepatici: Siamo capaci di comunicare mentre dormiamo

Uno studio ha rivelato che gli esseri umani sono in grado di comunicare mentre dormono. In questo modo, l'esistenza della telepatia potrebbe essere confermata, almeno mentre sogniamo...

Sogni telepatici: Siamo capaci di comunicare mentre dormiamo

La telepatia è un concetto che non è nuovo. Molti anni fa, grandi scienziati hanno studiato questo metodo durante i sogni. Freud, ad esempio, ha cercato di capire come la telepatia onirica influisse sul pensiero psicoanalitico delle persone. Pertanto, in molte occasioni ha dovuto accettare che vi sia un’influenza di idee telepatiche nel processo di pensiero. Sebbene questo sia stato messo in discussione per decenni, ora siamo molto più vicini a confermarlo.

Sperimentare con i sogni

Lo studio dei fenomeni paranormali è sempre stato messo in discussione nonostante il fatto che le grandi menti del passato credessero che fossero il progresso della scienza. Ad esempio, Carl Jung e Nikola Tesla, solo per citarne alcuni, erano fermamente convinti che la scienza dovrebbe studiare fenomeni non fisici che non potevano essere spiegati. Pertanto, la scienza avanzerebbe di più in un decennio rispetto a tutti i secoli precedenti.

Seguendo la linea della telepatia nei sogni, Montague Ullman, negli anni ’60 condusse una serie di esperimenti per testare l’ipotesi che le persone possano sognare in modo selettivo. L’esperimento era semplice: il suo obiettivo era verificare se le persone potevano scegliere cosa sognare pensandoci prima di dormire.

Ovviamente, molte persone in tutto il pianeta erano interessate all’esperimento. Uno di loro era l’insegnante di parapsicologia e sogni, Stanley Krippner, che decise di accompagnare Ullman. Gli esperimenti sono stati condotti nel modo seguente: sono stati utilizzati un trasmettitore e un ricevitore che si conoscevano esattamente prima di dormire.

(adsbygoogle=window.adsbygoogle||[]).push({})
Al mittente è stata consegnata una busta contenente domande o immagini, a cui ha dovuto pensare prima di isolarle l’una dall’altra in stanze separate, e il destinatario è stato svegliato per riferire i suoi sogni. Gli esperimenti sono durati 10 anni consecutivi, dando risultati piuttosto importanti.

I risultati dell’esperimento e la possibile spiegazione

In una delle sessioni più memorabili dell’esperimento, al destinatario è stata consegnata una busta insieme a una stampa della Scuola di danza di Edgar. Nella busta si potevano vedere diverse donne che prendevano lezioni di ballo. Una volta che al destinatario è stato chiesto dei suoi sogni, ha affermato di aver sognato una scuola con circa 10 persone e una ragazza stava cercando di ballare con lui.

Interconnessioni quantistiche

Altre sessioni hanno anche dimostrato un certo grado telepatico di sogni. Tuttavia, non c’è ancora modo di spiegare chiaramente come funziona. Ma ora, grazie all’evoluzione della fisica quantistica, possiamo sapere che l’intero universo è connesso tra loro. Anche se è ancora sconosciuto come due menti possano connettersi attraverso i sogni e vivere una realtà totalmente diversa dalla nostra. Tuttavia, le interconnessioni quantistiche sono il modo migliore per spiegarlo finora.

Ovviamente gli studi continuano e la scienza continua nella ricerca della comprensione di come si verifica questo fenomeno. Insomma, potremmo dire che è solo questione di tempo prima di sapere come comunicare attraverso i sogni.