Sei una persona empatica? Potresti usare la telepatia

E’ possibile la telepatia empatica o comunicazione telepatica tra persone empatiche? E’ possibile esplorare un concetto sul perché crediamo di essere [...]

Sei una persona empatica? Potresti usare la telepatia.

E’ possibile la telepatia empatica o comunicazione telepatica tra persone empatiche? E’ possibile esplorare un concetto sul perché crediamo di essere capaci di sentire le emozioni di altre persone? In altre parole, andiamo a scoprire cosa vuol dire essere empatici.

Da una prospettiva scientifico-psichica.

Se non si ha familiarità con la parola empatico, sappiate che è il nome abbreviato di essere empatico alle estreme conseguenze. Per esempio, entrando in una stanza e sentire le emozioni degli altri o essere in grado di connettersi a emozioni di un’altra persona così intensamente che arrivare a cambiare il proprio stato emotivo.

L’empatia ci fa sentire e ci fa essere in grado di relazionarci con qualcuno che ci racconta una storia. Essere un empatico è conoscere e sentire la storia prima che qualcuno la condivida con noi. Una forma psichica di connessione con il nostro ambiente e le persone intorno a noi.

Gli empatici si comunicano telepaticamente con gli altri attraverso le emozioni?

Pensiamo un momento alla ghiandola pineale, una ghiandola che ha la dimensione di un chicco d’uva al centro del nostro cervello. Questa ghiandola conduce e coordina la maggior parte delle reazioni ormonali legate al nostro modo di vedere la realtà.

La ghiandola pineale è responsabile del sonno, immagini visive nella mente o immaginazione, e si libera in grandi quantità durante la nascita e la morte. È noto che produce quella che alcuni chiamano la molecola di alcol, DMT o Dimethyltryptamine.

La Dimethyltryptamine è quel prodotto chimico indecifrabile rilasciato in pezzettini per farci sognare, ma è noto anche nelle cerimonie tradizionali di Ayahuasca. Questa ghiandola è ciò che un filosofo ha chiamato la sede dell’anima.

Leggi  Le colonie di api prendono decisioni come un cervello umano

Per molti è l’antenna biologica, il ricevitore e il generatore di energia dalla sorgente. In altre parole: l’empatia è l’inizio di una comunicazione telepatica meno sviluppata?

Sei una persona empatica? Potresti usare la telepatia.

Secondo alcune teorie, si basano sul concetto che i nostri pensieri sono onde cerebrali. Ogni nostro pensiero può essere misurato in una lunghezza d’onda elettromagnetica. Così tangibile che ora possiamo collegare le persone alle macchine per misurare questi impulsi della mente. Pensate solamente al fatto che che tutto ciò che inizia come semplice idea o pensiero, prima che venga trasformata nel regno fisico. Potrebbe essere paragonato alla frequenza delle nostre emozioni.

Per esempio, i battiti del cuore, la temperatura del corpo, e per alcuni persino il sistema immunitario, possono essere controllati dal pensiero della mente (o dall’assenza dei pensieri alla quale può arrivare una persona, la cosiddetta”mente in bianco”). Questo fa si che i pensieri siano oggetti “reali” capaci di andare più in là dell’invisibile nella realtà fisica. In altre parole, per il fatto che i pensieri sono onde, possono essere ipoteticamente sentiti da uno spettatore… questo processo può essere definito come telepatia empatica.

National Geographic ha un programma chiamato Naked Science, in questa serie pubblicata su YouTube, vengono esplorati i fenomeni della telepatia. Alla fine della produzione, mostrano immagini delle aree specifiche del cervello che vengono attivate in uno studio di persone cieche che mostrano segni di essere telepatici.

L’area menzionata è ciò che gli antichi chiamavano la bocca di Dio, riferendosi a un foro nella parte posteriore della testa chiamato il foramen magnum. L’area menzionata nel film è in due punti nel quadrante inferiore del cranio. Questa è l’area che i sensitivi dicono di percepire l’informazione come visione remota.

Leggi  Record immersione di 11 Km nella Fossa delle Marianne

Come appare anche nel programma, la visione remota è quando qualcuno è in grado di vedere esattamente ciò che un’altra persona può vedere in qualsiasi parte del mondo. A volte la scienza forense lo usa per aiutare a localizzare una scena del crimine. Le informazioni telepatiche ricevute e l’attività cerebrale si verificano in modo molto potente quando l’osservatore è rilassato in un tipo di pensiero meditativo chiamato lo stato alfa delle onde cerebrali.

La cosa più interessante che questo studio scientifico ha scoperto, è che la maggior parte delle persone sono collegate tra loro per almeno un anno o più o l’equivalente di un forte legame personale. Erano in grado di avere una telepatia per lo più empatica a una trentina di metri dall’altra persona.

Ciò potrebbe farci ricordare nche il legame toroidale che gli scienziati hanno trovato nel cuore: i nostri cuori sono in grado di prevedere cosa accadrà fino a dieci secondi prima che accada. Questo è stato un test fatto da persone che guardavano uno schermo, il loro cuore avrebbe cominciato a battere più velocemente quando c’era un’immagine dolorosa fino a dieci secondi prima che apparisse.

Telepatia empatica, connessione del divino.

Questo è molto probabile poiché c’è il detto “segui il tuo cuore” o perché possiamo prevedere quando qualcuno che stiamo pensando è prossimo a chiamarci.

Sappiamo che i nostri pensieri sono potenti perché uno scienziato e un ingegnere con il nome di Tan Le ha realizzato un auricolare che può eseguire comandi mentali per controllare il proprio ambiente esterno. Molto presto saremo in grado di pensare “spegnere le luci” e le luci si spegneranno.

Leggi  Scoperti più di 50 laghi sconosciuti sotto la calotta glaciale della Groenlandia

Quindi, se la scienza può raccogliere questa tecnologia di lettura delle menti, c’è da chiedersi: stiamo comunicando l’uno con l’altro, scartandola dall’essere un’esperienza puramente individuale? Cosa succede se siamo destinati a sprofondare nel nostro centro, comunicando attraverso i nostri sentimenti?

Andiamo oltre: cosa succederebbe se qualcuno di noi dosse già in grado di farlo?