ONU: quintuplicato il numero di disastri naturali negli ultimi 50 anni

Le Nazioni Unite (ONU) hanno emesso un nuovo devastante avvertimento sul clima della Terra, e cioè che i disastri naturali causati dal riscaldamento globale si sono moltiplicati per cinque [...] ..

ONU: quintuplicato il numero di disastri naturali negli ultimi 50 anni

Le Nazioni Unite (ONU) hanno emesso un nuovo devastante avvertimento sul clima della Terra, e cioè che i disastri naturali causati dal riscaldamento globale si sono moltiplicati per cinque nel corso degli ultimi decenni.

Citando le informazioni de “L’Atlante della mortalità e delle perdite economiche dovute a fenomeni meteorologici, climatici e idrici estremi“, l’agenzia sottolinea che nel periodo dal 1970 al 2019 gli eventi climatici hanno rappresentato il 50% di tutti i disastri, il 45% di tutte le vittime notificate e il 74% di tutte le perdite economiche riportate.

Cambiamento del clima: 11 mila disastri naturali

In tutto, 11 mila disastri naturali si sono verificati in tutto il mondo, uccidendo circa 2 milioni di persone. Tuttavia, grazie al miglioramento dei sistemi di allerta precoce e alla gestione delle catastrofi, il numero di decessi è diminuito di quasi tre volte tra il 1970 e il 2019, da 50 mila negli anni ’70 a meno di 20 mila negli anni ’70. 2010. Oltre il 91% dei decessi si è verificato nei paesi in via di sviluppo.

D’altra parte, le perdite economiche sono salite a $ 3,64 trilioni, aumentando di sette volte dagli anni ’70 al 2010. Le tempeste hanno causato le maggiori perdite economiche al mondo, con tre dei primi 10 disastri naturali più costosi avvenuti nel 2017: l’uragano Harvey negli Stati Uniti, l’uragano Maria nei Caraibi e l’uragano Irma a Capo Verde.

(adsbygoogle=window.adsbygoogle||[]).push({})

Il rapporto chiarisce che l’attribuzione degli eventi di siccità a fattori umani non è così chiara come nel caso delle ondate di calore a causa della variabilità naturale causata dalle grandi oscillazioni oceaniche e atmosferiche, come il modello meteorologico di El Niño, sebbene vi siano casi specifici come come la siccità del 2016-2017 in Africa orientale che è stata fortemente influenzata dall’aumento delle temperature, che a sua volta è una conseguenza diretta dell’azione umana.

Petteri Taalas, segretario generale dell’Organizzazione meteorologica mondiale:

“Il numero di condizioni meteorologiche, climatiche e idriche estreme è in aumento e sarà più frequente e grave in molte parti del mondo a causa dei cambiamenti climatici […] Ciò significa più ondate di calore, siccità e incendi come abbiamo visto di recente in Europa e Nord America”.


Fonte:

  • “Climate and weather related disasters surge five-fold over 50 years, but early warnings save lives – WMO report” – news.un.org.