Cambiamenti climatici genereranno un altro El Niño, nell’Oceano Indiano

Eventi caldi e freddi come quelli registrati sulla costa del Pacifico porteranno pioggia in eccesso e siccità estreme nella stessa regione, ma a seconda dell'anno....

Cambiamenti climatici genereranno un altro El Niño, nell'Oceano Indiano.

Il cambiamento climatico sta per risvegliare nell’Oceano Indiano un fenomeno simile a El Niño, i cui effetti colpiscono regolarmente diversi paesi dell’America Latina, tra l’altro sulla costa del Pacifico. Secondo uno studio, è prevedibile che questa nuova oscillazione atmosferica si manifesterà durante questo secolo sotto forma di inondazioni, tempeste e siccità più forti.

Le eccessive anomalie del calore riscontrate in gran parte dell’Oceano Indiano equatoriale “potrebbero portare a deficit di precipitazioni nel Corno d’Africa e nell’India meridionale, oltre all’aumento delle precipitazioni in Indonesia e nell’Australia settentrionale” , descrive in dettaglio un articolo pubblicato questo 6 maggio sulla rivista Science Advances.

Gli studiosi chiamano questo modello di alti e bassi il dipolo dell’Oceano Indiano e specificano che la sua componente chiave sono le crescenti fluttuazioni della temperatura della superficie del mare. Tuttavia, non viene generato da processi oceanici dinamici, ma da eventi tipici di El Niño: “cambiamenti nell’evaporazione e nella copertura nuvolosa”.

La ricerca ha utilizzato un modello climatico e ha dimostrato che questo oceano funziona “come gli altri oceani tropicali, con temperature superficiali meno uniformi in tutto l’equatore, un clima più variabile e il suo El Niño”, spiega l’autore principale dello studio Pedro DiNezio, dell’Università del Texas ad Austin, le cui parole sono raccolte in una dichiarazione universitaria.

Previsioni per il 2050-2100

Il team si è concentrato sulla seconda metà del 21° secolo, quando prevede le più grandi oscillazioni. Pertanto, si prevede molta più pioggia sulle isole di Sumatra, Giava e Borneo durante eventi caldi. Eventi freddi porteranno a quella stessa regione un’estrema carenza di precipitazioni mai vista prima.

Le stagioni fredde aumenteranno notevolmente le precipitazioni sulle coste dell’India, mentre gli anni caldi causeranno siccità nello Sri Lanka, dove il clima è stato normalmente molto umido.