Come abbassare i trigliceridi, secondo Harvard

Avere il livello di trigliceridi alto non è un piatto di buon gusto per nessuno. Quando questo grasso perde il controllo attraverso le nostre arterie, può portare a diversi [...] ..

Come abbassare i trigliceridi, secondo Harvard

Avere il livello di trigliceridi alto non è un piatto di buon gusto per nessuno. Quando questo grasso perde il controllo attraverso le nostre arterie, può portare a diversi problemi di salute. Ecco perché gli esperti del Università di Harvard hanno trovato la chiave: dovremmo includere la frutta secca nella nostra dieta per abbassare questi livelli ed evitare le paure.

Nel caso in cui questi livelli sfuggano al controllo, dovremmo cercare di apportare un cambiamento completo alla nostra dieta e al nostro stile di vita, con le noci che sono l’alleato perfetto da includere nella nostra dieta, secondo gli esperti di Harvard.

Infatti colesterolo e trigliceridi sono due tipi di lipidi con i quali bisogna stare molto attenti e mantenerli sempre a livelli adeguati. Se questo tipo di grasso non viene bruciato o consumato più di quanto viene ingerito, può avere spiacevoli conseguenze che dobbiamo interrompere il prima possibile.

Ecco come questa frutta secca aiuta a ridurre i livelli di trigliceridi, secondo Harvard

Una ricerca dell’Università di Harvard ha scoperto che mangiare frutta a guscio non influisce negativamente sui trigliceridi. Inoltre, questa ricerca ha scelto le noci come una delle noccioline più utili per combattere i livelli elevati di colesterolo e trigliceridi nel corpo. Ciò è in gran parte dovuto al fatto che le noci sono ricche di acidi grassi a-linolenici e linoleici.

Per questo motivo, i ricercatori hanno ipotizzato che la composizione nutrizionale naturale unica degli acidi grassi potrebbe essere responsabile della diminuzione delle concentrazioni di colesterolo e trigliceridi nel sangue. Inoltre, diversi studi hanno collegato le noci con l’abbassare il colesterolo e i trigliceridi, ma ci sono polemiche sull’argomento.

Studio dell’Università di Harvard su trigliceridi e noci

Le noci aiutano ad abbassare il colesterolo

Uno studio condotto dalla ricercatrice Marta Guasch-Ferré, ricercatrice post-dottorato presso il Università di Harvard e il professor Salas-Salvadó, ricercatore principale di Ciberobn (il Centro di ricerca biomedico spagnolo in fisiopatologia dell’obesità e della nutrizione), è riuscito a concludere che, rispetto alle diete di controllo, le diete integrate con noci aiutano a ridurre il colesterolo totale.

Tuttavia, lo studio ha rilevato che le noci non hanno alcun effetto sul peso corporeo o pressione sanguigna rispetto alle diete di controllo. Tuttavia, i ricercatori hanno mostrato il vantaggio di mangiare noci per rallentare l’aumento dei trigliceridi.

Per questo, pur essendo un alimento ad alta densità energetica, il consumo di noci non fa ingrassare, rendendolo un complemento ideale da assumere in qualsiasi dieta sana per prevenire problemi cardiovascolari.

Pertanto, la frutta secca in generale, e le noci in particolare, sono ideali per abbassare i livelli di trigliceridi. In questo senso, noci, mandorle e nocciole, sono ideali per mantenere la pressione sanguigna e per abbassare i livelli di trigliceridi nel sangue.

Le noci aiutano ad abbassare il colesterolo

Le noci sono un frutto secco che fornisce buone quantità di grasso. Tuttavia, non tutti i grassi devono essere dannosi per la salute. Nel caso della frutta a guscio, i grassi che fornisce sono polinsaturi e monoinsaturi. Pertanto, sono buoni per ridurre colesterolo LDL, chiamato anche colesterolo cattivo.