Ondata di calore fa strage di creature marine in Canada

Pochi giorni fa il biologo dell’Università della British Columbia, Christopher Harley, è rimasto sorpreso nel vedere migliaia di creature marine morte dopo l’ondata di caldo in Canada. Il fetore [...] ..

Ondata di calore fa strage di creature marine in Canada

Pochi giorni fa il biologo dell’Università della British Columbia, Christopher Harley, è rimasto sorpreso nel vedere migliaia di creature marine morte dopo l’ondata di caldo in Canada. Il fetore proveniva da Kitsilano Beach, Vancouver. Harley è stato in grado di osservare cozze, conchiglie, stelle marine e vongole in decomposizione nelle acque poco profonde. In totale, stima che potrebbe essere morto circa 1 miliardo di organismi marini. La Columbia Britannica ha raggiunto temperature record per tre giorni consecutivi alla fine di giugno, raggiungendo i 121,3 gradi Fahrenheit (49,6 gradi Celsius) il 29 giugno.

La temperatura dell’acqua ha raggiunto fino a 50 °C

Non è la prima volta che un’ondata di caldo uccide i frutti di mare.

(adsbygoogle=window.adsbygoogle||[]).push({})
Un’ondata di caldo del 2019 ha causato la più grande estinzione di cozze a Bodega Head, una baia al largo della costa della California.

Questo fenomeno non riguarda solo la qualità dell’acqua delle migliaia di creature marine morte ma anche i produttori, le tribù e il turismo. E sebbene la popolazione di cozze possa riprendersi più o meno rapidamente, ci sono altre specie che hanno bisogno di più tempo. Non è chiaro se avranno a disposizione questo tempo perché le previsioni parlano di più ondate di calore di questo tipo.

Queste insolite ondate di calore che si verificano al largo della costa del Pacifico sono dovute al riscaldamento globale causato dall’uomo. È tempo di agire e mettere da parte la speculazione. Le conseguenze devastanti stanno già diventando evidenti, se non cambiamo il nostro rapporto con la natura, spingeremo il pianeta al limite.