Perché a molte persone non piace mangiare verdura

Fin da piccoli ci è stato ripetuto più volte che dovremmo mangiare le nostre verdure perché sono sane e favoriscono la nostra crescita. Di solito sono difficili da trovare [...] ..

Perchè a molte persone non piace mangiare verdura

Fin da piccoli ci è stato ripetuto più volte che dovremmo mangiare le nostre verdure perché sono sane e favoriscono la nostra crescita. Di solito sono difficili da trovare gustosi all’inizio della vita, ma alla fine molti finiscono per imparare a mangiarle, mentre altri no. C’è una spiegazione per questo?

Beh, oltre ad essere una questione di gusti, sembrano esserci radici genetiche. Nel 2019, un team di ricercatori dell’Università del Kentucky si è interessato all’argomento e ha scoperto che un gene in alcune persone fa sì che percepiscano verdure dal sapore particolarmente amaro.

Una radice genetica nella percezione dei sapori amari

Prima di tutto, è necessario valutare un po’ il ruolo di alcuni geni nel senso del gusto delle persone. Le prove mostrano che gli esseri umani nascono con due copie di un gene del gusto chiamato TAS2R38.

Perchè a molte persone non piace mangiare verdura

Alcuni individui ereditano due copie di una variante genetica chiamata AVI, mentre altri ereditano una copia di AVI e una copia di un’altra chiamata PAV; i primi non sono così sensibili al gusto amaro, mentre i secondi sono particolarmente sensibili.

Questo è servito come base per esplorare ulteriormente le preferenze di un gruppo di persone con un’età media di 52 anni. L’interesse era determinare se questo gene influenza anche l’interesse per il consumo di verdure nelle persone con rischio cardiovascolare.

Un gene legato al gusto di mangiare le verdure

I ricercatori hanno basato il loro studio su un campione di persone che hanno partecipato a lavori precedenti che hanno esplorato l’influenza genetica sulle malattie cardiovascolari. In questa occasione hanno selezionato 175 persone con due o più fattori di rischio per malattie cardiovascolari e le hanno seguite per tre anni. Nel processo, hanno applicato questionari sulla frequenza alimentare.

Dopo aver analizzato i dati, hanno scoperto che le persone con la forma PAV del gene avevano due volte e mezzo più probabilità di classificarsi nella metà inferiore del numero di verdure consumate.

(adsbygoogle=window.adsbygoogle||[]).push({})

È probabile che la percezione di un forte sapore amaro all’assaggio sia ciò che motiva le persone portatrici del gene a limitarsi a mangiare le verdure. Ma questo non significherà solo che troveranno sgradevoli broccoli, cavoletti di Bruxelles e cavoli, ma anche altri alimenti con scarsa qualità nutrizionale come cioccolato fondente, caffè e talvolta birra.

La variante del gene che causa il rigetto delle verdure influisce sulla salute?

“Questa associazione potrebbe influenzare la tua capacità di modificare le tue diete per soddisfare un modello alimentare salutare per il cuore“, ha affermato Jennifer L Smith, un’infermiera registrata presso la School of Medicine dell’Università del Kentucky.

Ma questo è lungi dall’essere un buon motivo per lasciar andare le persone senza verdure. Piuttosto, i risultati dovrebbero stimolare una nuova ricerca che esplori il legame tra i geni e il gusto per le verdure.

Ricorda che, a differenza dei cibi super elaborati che sembrano piacere a quasi tutti i palati, le verdure contengono un alto contenuto nutrizionale. Questi possono non solo promuovere la salute intestinale, ma anche proteggere il sistema cardiovascolare umano.


Fonte: “Sensitivity to bitter tastes may be why some people eat fewer vegetables” [newsroom.heart.org]