CoronaVirus Cina, 11 milioni di cittadini confinati a Wuhan

Il malato aveva recentemente viaggiato nella città cinese di Wuhan, nella provincia di Hubei, in Cina....

CoronaVirus Cina, 11 milioni di cittadini confinati a Wuhan.

Le autorità cinesi hanno vietato temporaneamente di lasciare Wuhan (Hubei, Cina) agli oltre 11 milioni di abitanti di questa città, dove lo scorso dicembre è nato il nuovo coronavirus, che si è diffuso e ha già provocato la morte di di 17 persone. La rete di trasporto locale sarà chiusa dalle 10:00 (ora locale) di giovedì. Inoltre, l’aeroporto e le stazioni ferroviarie non saranno aperte ai passeggeri.

La National Health Commission del Paese asiatico ritiene che questa malattia, che ha infettato oltre 470 persone, potrebbe mutare e diffondersi, poiché viene trasmessa attraverso il tratto respiratorio. Ecco perché formulano una serie di raccomandazioni per contenere il virus, compresa la disinfezione e la ventilazione in aeroporti, stazioni ferroviarie e centri commerciali, proprio in una settimana in cui centinaia di milioni di persone viaggiano nel paese in occasione delle festività del Nuovo Anno Lunare (capodanno cinese).

Come si evolve l’epidemia?

La polmonite attribuita al nuovo coronavirus non è associata a sintomi speciali. I pazienti hanno la febbre, mentre alcuni hanno difficoltà a respirare e le loro radiografie mostrano cambiamenti nei polmoni. Questa malattia virale non è curata con antibiotici e il suo trattamento è sintomatico, senza concentrarsi sull’eziologia del male.

L’OMS continua a valutare la gravità della situazione, anche se non raccomanda misure specifiche per le persone che viaggiano in Cina.

Né è favorevole a limitare le visite in quel paese asiatico. Sebbene la stragrande maggioranza delle persone infette viva nella provincia di Hubei, ci sono stati anche casi a Pechino o Shanghai, con alcuni casi rilevati in Giappone, Tailandia, Corea del Sud e Stati Uniti, in persone che si trovavano nel territorio cinese.

Reazioni internazionali

In Messico, è stato emesso un avviso epidemiologico sullo scoppio del coronavirus originario della Cina. Il presidente Andrés Manuel López Obrador ha annunciato che un caso di tale malattia è stato escluso, mentre un’altra possibile persona colpita è sotto osservazione nello stato di Tamaulipas. Questo è un medico di biologia molecolare che ha recentemente viaggiato a Wuhan ed è isolato a casa.

Da parte sua, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha definito il lavoro del Center for American Disease Control “molto professionale” e ha dichiarato che il suo paese ha un piano per contenere lo scoppio del nuovo coronavirus.

Il Ministero della Salute del Brasile ha riferito che un caso indagato dalle autorità dello stato del Minas Gerais non corrisponde al nuovo coronavirus. Ha inoltre indicato che sono state adottate tutte le misure di sicurezza per ridurre il rischio di trasmissione.