Le città della costa orientale degli Stati Uniti stanno affondando

Le principali città e centri abitati della costa orientale degli Stati Uniti stanno affondando a causa del cedimento del terreno. Questo fenomeno può danneggiare le fondamenta degli edifici e [...] ..

citta costa orientale stati uniti stanno affondando

Le principali città e centri abitati della costa orientale degli Stati Uniti stanno affondando a causa del cedimento del terreno. Questo fenomeno può danneggiare le fondamenta degli edifici e le infrastrutture, aumentando il rischio di inondazioni. Se abbinata all’innalzamento del livello del mare causato dai cambiamenti climatici causati dall’uomo, la subsidenza nelle regioni costiere può aumentare il rischio di inondazioni e peggiorare i conseguenti danni.

Tra le zone particolarmente colpite si trovano New York City, Long Island, Baltimora, Virginia Beach e Norfolk, dove aree con un cedimento rapido si trovano accanto a regioni che affondano più lentamente e addirittura a zone di terreno stabile. Ciò rappresenta una minaccia per le infrastrutture come strade, fondamenta degli edifici, tubature, linee ferroviarie e persino piste aeroportuali.

Un nuovo studio condotto da Virginia Tech e US Geological Survey (USGS) rivela che alcune zone della costa orientale degli Stati Uniti stanno affondando rapidamente, fino a 5 millimetri all’anno,

un tasso di subsidenza che supera l’innalzamento globale del livello del mare.

subsidenza citta costa orientale stati uniti affondando

La subsidenza lungo la costa orientale degli Stati Uniti

Sta diventando un problema sempre più preoccupante. Le mappe digitali del terreno create dai ricercatori del Virginia Tech Earth Observation and Innovation Lab hanno evidenziato che numerose aree costiere si stanno sprofondando di almeno 2 mm all’anno, con alcune zone che affondano di 5 mm all’anno o più. Questo fenomeno sta colpendo più di 2 milioni di persone e 800.000 proprietà lungo la costa.

I punti critici di subsidenza si verificano soprattutto nelle aree urbane e vicino alle principali infrastrutture, come gli aeroporti JFK e LaGuardia di New York. La subsidenza rappresenta una minaccia concreta, con potenziali danni alle infrastrutture e un aumento del rischio di inondazioni.

Patrick Barnard, un geologo dell’USGS, ha dichiarato che le informazioni fornite dal team di Shirzaei e Virginia Tech sono essenziali e uniche. Il loro studio è stato pubblicato recentemente sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences.