YouTube toglie la pubblicità ai Video sul Coronavirus

Ci sono già migliaia di video YouTube che parlano di coronavirus, con opinioni basate su esperienze, consigli e, naturalmente, molta ...

YouTube toglie la pubblicità ai video sul Coronavirus.

Ci sono già migliaia di video YouTube che parlano di coronavirus, con opinioni basate su esperienze, consigli e, naturalmente, molta disinformazione che aiuta solo ad aumentare il caos. Google lo sa, aveva lasciato in sospeso il problema, ma adesso ha preso una decisione: rimuovere gli annunci dai video che trattano il coronavirus.

Non è la prima volta che YouTube demonetizza video su problemi delicati. In termini di utilizzo indicano che i video su eventi recenti con perdita della vita non sono adatti per la pubblicità e, sebbene molti lo attribuiscano ad attacchi terroristici, tale epidemia potrebbe anche essere associata.

Tom Leung, responsabile del prodotto di YouTube, ha dichiarato che tutti i video incentrati sul coronavirus verranno demonetizzati fino a nuovo avviso: una decisione creata per proteggere gli inserzionisti.

YouTube toglie la pubblicità ai video sul Coronavirus.

Alcuni Youtuber cercano di non parlare dell’argomento nel video. Questo è il caso di Jonathan Downey, che gestisce il popolare canale di gioco Spawn Wave, che ha realizzato un recente video sulla chiusura della Game Developers Conference e non ha usato la parola “coronavirus” per evitare di cadere nella trappola di keyword ed essere demonitazzato. Anche se non ha funzionato, perchè anche i suoi annunci sono stati cancellati.

Parlare della cancellazione di eventi, di possibili rimedi, di consigli sull’igiene … nulla di tutto questo può essere usato su YouTube se l’obiettivo è fare soldi, anche se si usano abbreviazioni quando si parla del virus in questione.

Il fatto è che alcuni canali di notizie possono farlo senza problemi, dal momento che forniscono loro stessi i loro annunci. Ciò rende sempre più chiaro agli utenti che esiste una lista bianca di canali di grandi dimensioni e che è impossibile competere con essi in determinati settori.