La dura vita delle Balene Blu in Patagonia

Pazzesco: I dati satellitari rivelano il pericolo che le balene blu devono affrontare quando cercano di evitare le navi in ​​Patagonia cilena..

La dura vita delle Balene Blu in Patagonia

Un team di ricercatori ha compilato dati satellitari per dimostrare le difficoltà che attraversa una balenottera azzurra mentre si sposta in un’area ad alto traffico di imbarcazioni nella Patagonia cilena.

Secondo l’Austral Patagonia Program, circa un migliaio di navi viaggiano ogni giorno nelle aree di alimentazione dell’enorme cetaceo, che è in pericolo di estinzione.

Gli scienziati hanno catturato i dati elaborati in un’animazione, dove l’animale più grande del mondo è rappresentato da un punto blu che si muove nell’oceano mentre cerca di nutrirsi e schivare le navi che navigano nella zona.

“Sappiamo dove si trovano le balene, ma sappiamo anche che la loro popolazione totale è molto bassa in quest’area. Infatti, secondo la nostra ricerca, raggiungerebbero tra i 200 ei 700 individui, quindi qualsiasi incidente di collisione e morte di questi animali rappresenta una minaccia reale alla loro conservazione”, ha precisato l’autore principale dello studio, Luis Bedriñana-Romano.

Secondo il rapporto, finora ci sono già state collisioni mortali nell’area nel 2009, 2014 e 2017, nonché morti per impigliamento negli allevamenti di salmoni nel 2007 e 2020.

Fli specialisti hanno aggiunto che le osservazioni sul campo “indicano che quando le balene blu mangiano, praticamente prestano attenzione solo a quell’attività. Questo le rende più inclini ad essere scioccate dalle imbarcazioni e soprattutto di notte”.

(adsbygoogle=window.adsbygoogle||[]).push({})

Gli esperti hanno sviluppato un sistema di monitoraggio che ha permesso loro di applicare strumenti di posizionamento satellitare a più di venti balene. Da allora, i dispositivi hanno fornito informazioni molto preziose sul comportamento degli animali, sui loro movimenti, rotte e destinazione della migrazione.