Temperature record in tutta Europa

L’inizio dell’anno 2023 è stato segnato da un’ondata di caldo che colpisce i paesi del continente europeo con temperature record in pieno inverno. I termometri in almeno sette paesi [...] ..

L’inizio dell’anno 2023 è stato segnato da un’ondata di caldo che colpisce i paesi del continente europeo con temperature record in pieno inverno. I termometri in almeno sette paesi europei hanno segnato le cifre più calde mai registrate per questo mese il 1° gennaio, raggiungendo temperature tipiche della primavera. In particolare, in Lettonia il termometro ha raggiunto 11,1 °C, in Danimarca 12,6 °C, Lituania 14,6 °C, Paesi Bassi 16,9 °C, Polonia 19,0 °C e Repubblica Ceca 19,6 °C, secondo i dati raccolti dal meteorologo scozzese Scott Duncan.

9mEwaaz

Da parte sua, il climatologo Maximiliano Herrera ha riportato centinaia di nuovi record stabiliti nei primi giorni di quest’anno. ‘[È] l’evento più estremo mai visto nel clima europeo. Non c’è niente di simile’, ha twittato.

SsHVyna

Questi alcuni dei record di temperatura raggiunti in Europa nel primo giorno di quest’anno:

  • Ohlsbach (Germania), 19,4 °C, la massima mensile e la temperatura giornaliera più alta dell’intero Paese;
  • Varsavia (Polonia), con 19 gradi, superando il precedente record di 5,1 gradi;
  • Bilbao
    (Spagna), con 25,1 gradi, che segna il giorno più caldo di gennaio dal 1948;
  • Trois-Ville (Francia), con 24,9 °C.

A causa dell’ondata di caldo, che si è protratta nei giorni successivi, alcuni comprensori sciistici delle Alpi hanno dovuto chiudere per mancanza di neve sulle proprie piste. Uno di questi è la stazione francese Axe 3 Domaines. Mentre Le Gets e Morzine, che fanno parte del popolare comprensorio sciistico di Portes de Soleil, al momento tengono aperte solo due piste ciascuna, raccoglie Sky News.

La Svizzera vive una situazione simile con la località di Adelboden, che sabato ospita la Coppa del mondo di sci e ha dovuto ricorrere all’innevamento artificiale. Un altro esempio è il centro svizzero di Splugen-Tambo, che pur essendo situato a 1.480 metri di altitudine, ha annunciato questo lunedì la chiusura delle sue piste ‘fino a nuovo avviso’ per mancanza di neve, forti piogge e alte temperature. Le anomalie termiche invernali nel Vecchio Continente si verificano dopo che la scorsa estate è stata registrata come la più calda della storia d’Europa.