Oltre la tecnologia 5G: le reti 6G alimenteranno l’era dei terabit

Ologrammi 3D e “gemelli digitali”: le reti 6G alimenteranno l’era dei terabit. L’agenzia di ricerca Counterpoint Research ha delineato la sua visione per il futuro con comunicazioni di nuova generazione. ...

Oltre la tecnologia 5G: le reti 6G alimenteranno l'era dei terabit

Ologrammi 3D e “gemelli digitali”: le reti 6G alimenteranno l’era dei terabit. L’agenzia di ricerca Counterpoint Research ha delineato la sua visione per il futuro con comunicazioni di nuova generazione.

Le reti di comunicazione wireless 6G di sesta generazione, che dovrebbero iniziare il lancio entro la fine di questo decennio, inaugureranno l’era dei terabit, riferisce l’agenzia di ricerca Counterpoint Research. Una caratteristica distintiva importante di questa fase sarà rappresentata dal salto alle comunicazioni in terahertz, così come l’introduzione delle tecnologie 5G ha significato il passaggio dal megahertz al gigahertz.

La banda proposta per il 6G è compresa tra 300 GHz e 3THz, il che segnerà un cambiamento qualitativo verso prestazioni in terabit, latenze di microsecondi e capacità mai viste prima.

Con il risveglio dell’era 6G, emergeranno nuovi metodi di comunicazione come gli ologrammi tridimensionali, che richiedono capacità di trasferimento dei dati di registrazione.

È prevista anche la comparsa di “gemelli” o repliche digitali ad alta risoluzione che verranno utilizzate per l’interazione tra il mondo digitale e quello fisico attraverso dispositivi di realtà aumentata, oltre che per il potere dell’intelletto artificiale.

Ologrammi 3D e gemelli digitali: le reti 6G alimenteranno l'era dei terabit

L’implementazione del 6G richiederà un’infrastruttura ancora più complessa, poiché i dispositivi che opereranno nelle frequenze THz richiederanno canali di comunicazione di portata visiva e maggiori efficienze energetiche.

Ericsson, Samsung, Nokia, Huawei, ZTE, InterDigital, University of Oulu, SK Telecom, China Mobile, Docomo e AT&T guideranno l’installazione delle reti, mentre Samsung, Qualcomm, LG, Apple, OPPO, Huawei e META, tra gli altri, forniranno attrezzature e componenti.

Gli esperti dell’agenzia prevedono il lancio dei test delle reti 6G e l’inizio della loro introduzione intorno all’anno 2028. Il gigante dell’elettronica sudcoreano Samsung ha annunciato lo scorso luglio di aver avviato la ricerca e lo sviluppo di tecnologie 6G.