Pulizia denti a fondo: Nanobot in grado di uccidere i batteri all’interno con il calore

Nel corpo umano, i denti sono uno degli elementi che richiedono maggiore attenzione nella loro cura, a causa della quantità di batteri che possono accumularsi in questa zona a [...] ..

Pulizia denti a fondo: Nanobot in grado di uccidere i batteri all'interno con il calore

Nel corpo umano, i denti sono uno degli elementi che richiedono maggiore attenzione nella loro cura, a causa della quantità di batteri che possono accumularsi in questa zona a causa del cibo che mangiamo. Tuttavia, è probabile che ad un certo punto tutti noi abbiamo sperimentato un mal di denti, che di solito è accompagnato da febbre e mal di testa, sintomi che possono interferire con le cure quotidiane che queste ossa meritano.

È in questo caso che un gruppo di scienziati dell’Indian Institute of Science (IISc) ha assunto l’incarico di realizzare lo sviluppo di un nuovo strumento incentrato sui trattamenti canalari al fine di aumentare l’efficacia di questa procedura odontoiatrica.

Si tratta di robot di pulizia di dimensioni nanometriche dotati della capacità di entrare negli spazi difficilmente raggiungibili situati all’interno dei tubuli dentinali, che sarebbero responsabili dell’eliminazione dei batteri che vi sono alloggiati mediante il calore.

Per quanto riguarda il loro design, questi robot di pulizia hanno una forma elicoidale, che è stata realizzata in biossido di silicio rivestito di ferro. Per eseguire la manipolazione di questi robot è necessario un dispositivo speciale, che genera un campo magnetico a bassa intensità.

Nelle procedure esistenti che prevedono l’uso di laser e ultrasuoni per combattere i batteri, questi possono essere inefficienti in quanto hanno una portata limitata, essendo solo circa 800 micrometri di profondità nel dente trattato. Nel caso dei robot nanometrici creati dal team, questi sono stati appositamente progettati per superare questa soglia e raggiungere molto più in profondità nel dente, fino a 2.000 micrometri.

Probabilmente ti starai chiedendo se questi robot nanometrici rimangono all’interno del dente dopo aver svolto il loro lavoro. In questo senso, i creatori hanno sottolineato che questi possono essere estratti dal dente una volta terminata la procedura. Durante la fase di test, i nanobot sono stati impiantati nei denti dei topi, dove hanno dimostrato una grande efficacia.

Al momento il team sta lavorando allo sviluppo di un dispositivo medico, a cui sarà data la giusta dimensione per adattarsi alla bocca e rendere più facile per il dentista iniettare i nanobot nel dente. Successivamente saranno incaricati di indirizzarli all’esecuzione della procedura volta ad eliminare i batteri presenti nel canale radicolare.