Minuscoli robot in grado di iniettare farmaci nel corpo umano

Recentemente, la società con sede a Los Angeles, Bioanut Labs, ha rivelato che sta lavorando allo sviluppo di minuscoli dispositivi telecomandati con la capacità di viaggiare attraverso il corpo [...] ..

Minuscoli robot in grado di iniettare farmaci nel corpo umano

Recentemente, la società con sede a Los Angeles, Bioanut Labs, ha rivelato che sta lavorando allo sviluppo di minuscoli dispositivi telecomandati con la capacità di viaggiare attraverso il corpo umano e impiantare farmaci in dosi specifiche. A tal proposito l’azienda ha sottolineato che questi minuscoli robot, chiamati Bionauts, sono stati creati con lo scopo di innovare nella cura associata a disturbi del sistema nervoso centrale (SNC) attraverso trattamenti di precisione.

Per quanto riguarda il loro design, i Bionaut sono di dimensioni inferiori al millimetro, dotati di poche parti mobili e dotati della capacità di raggiungere tumori all’interno del corpo umano che possono essere di difficile accesso, migliorando così il trattamento selettivo di tumori e altre patologie.

In questo senso, le macchine Bionaut hanno un aspetto simile a una piccola vite che può muoversi attraverso il corpo umano compiendo un movimento rotatorio, che è possibile grazie all’intervento di campi magnetici che vengono irradiati dall’esterno del corpo del paziente. Pertanto, questi piccoli dispositivi avrebbero un’azione meno invasiva rispetto alle frese e agli aghi chirurgici attualmente utilizzati.

(adsbygoogle=window.adsbygoogle||[]).push({})

Lo scopo principale che ha spinto Michael Shpigelmacher, fondatore e CEO di Bionauts Lab, e il suo team a creare questi dispositivi è stato quello di generare una soluzione che potesse essere utilizzata nel trattamento dei gliomi del tronco cerebrale. Questa condizione, che di solito viene diagnosticata in tenera età, ha una serie di effetti che sono difficili da attaccare una volta che colpiscono quella parte vitale del cervello responsabile del controllo del battito cardiaco e della respirazione.

Con l’efficacia dimostrata da questi minuscoli dispositivi per viaggiare attraverso il corpo umano, Bionauts Labs spera di riuscire a far passare attraverso il liquido cerebrospinale del cervello per mettere in atto un meccanismo che fornisce direttamente chemioterapie.