Posticipo Serie A: Juventus-Milan risultato 1-1

Spettacolo puro allo Stadium per Juve-Milan vista in diretta streaming da milioni di spettatori di tutto il mondo. Il big match della 4a giornata di Serie A è terminato [...] ..

Posticipo Serie A, Juventus-Milan risultato 1-1

Spettacolo puro allo Stadium per Juve-Milan vista in diretta streaming da milioni di spettatori di tutto il mondo. Il big match della 4a giornata di Serie A è terminato con il risultato di 1-1. Al gol in apertura di Morata lanciato in contropiede da Dybala, ha fatto seguito una costante pressione bianconera nella prima parte di gioco. Poi ha risposto nel secondo tempo Rebic finalizando la reazione dei rossoneri avvenuta dopo il riposo.

Una partita frizzante dove le due squadre hanno concesso pochissimi momenti di pausa. E nel finale Szczesny salva pure il risultato con una gran parata su Kalulu. Secondo punto della Juventus in questo campionato, decimo per il Milan che raggiunge in vetta l’Inter, aspettando il Napoli impegnato nel posticipo di lunedì sera in casa della Sampdoria.

  • Per la quarta volta nella storia la Juventus non vince nelle prime quattro partite stagionali di serie A: è successo nel 1942/43, nel 1955/56 e nel 1961/62. I tre scudetti sono andati rispettivamente a Torino, Fiorentina e Milan.
  • Le due vittime preferite in Serie A di Ante Rebic sono di Torino: 5 gol ai granata, 3 ai bianconeri.
  • La Juventus ha subito 3 gol negli ultimi 15 minuti del secondo tempo, solo l’Hellas Verona (4) e Salernitana (4) ne contano di più in questa stagione di Serie A.
  • La Juventus ha subito gol nelle ultime 18 partite di campionato, solo due volte ha fatto peggio in Serie A: 19 nel 2010 e 21 nel 1955. La formazione bianconera è infatti quella che subisce gol da più partite di fila (18) nei Top-5 campionati europei dallo scorso 5 marzo.
  • Ante Rebic é il primo giocatore del Milan ad andare in gol per tre presenze di fila contro la Juventus nell’era dei tre punti a vittoria.

Il commento di Max Allegri (Juventus) nel dopo-partita:

“La responsabilità è la mia nei cambi: li ho sbagliati e in queste partite diventano determinanti, avrei dovuto mettere giocatori più difensivi perché ormai la gara era in cassaforte.

(adsbygoogle=window.adsbygoogle||[]).push({})
Dybala? È molto bravo nel cucire il gioco e nel pulire palloni. Anche Alvaro ha fatto bene ma poi ho dovuto sostituirlo perché ha avuto un indurimento all’adduttore. Rabiot, invece, deve essere più cattivo. Chiesa è entrato in un momento difficile della partita: è bravo ma deve crescere”.

Il commento di Stefano Pioli (Milan) nel dopo-partita:

“Non abbiamo fatto una prestazione inferiori alle precedenti, oggi abbiamo giocato contro la Juventus. Abbiamo giocato un buon calcio, abbiamo subito un gol commettendo troppi errori. E’ chiaro che i giocatori importanti mancano sempre (ndr: Giroud e Ibrahimovic), non manca la qualità e lo spirito di squadra. Abbiamo provato a vincere per tutta la gara”.

Juventus-Milan 1-1, il tabellino

Marcatori gol: 4′ Morata (J), 76′ Rebic (M).

JUVENTUS (4-4-2): Szczesny; Danilo, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Cuadrado (27′ st Chiesa), Bentancur, Locatelli, Rabiot; Dybala (34′ st Kulusevski), Morata (21′ st Kean). A disposizione: Bernardeschi, De Ligt, De Sciglio, McKennie, Lu. Pellegrini, Perin, Pinsoglio, Ramsey, Rugani. Allenatore: Allegri.

MILAN (4-2-3-1): Maignan; Tomori, Kjaer (36 ‘pt Kalulu), Romagnoli, Hernandez; Kessie (19′ st Bennacer), Tonali; Saelemaekers (19′ st Florenzi), Diaz (48’ st Maldini), Leao; Rebic. A disposizione: Ballo Tourè, Castillejo, Conti, Gabbia, Jungdal, Pellegri, Tatarusanu. Allenatore: Pioli.

Arbitro: Doveri di Roma. NOTE: Ammoniti Dybala (J); Tonali (M).