Ondata di calore registrata per la prima volta in Antartide

Il fenomeno è stato registrato tra il 23 e il 26 gennaio dalla stazione di ricerca Casey situata nel territorio antartico australiano....

Ondata di calore registrata per la prima volta in Antartide.

L’Antartide ha sperimentato per la prima volta un’ondata di calore, come confermato dagli scienziati del Programma antartico australiano, la cui scoperta è stata pubblicata martedì sulla rivista Global Change Biology.

Durante l’ondata di caldo, registrata tra il 23 e il 26 gennaio dalla stazione di ricerca Casey, nel territorio antartico australiano, sono state raggiunte temperature massime e minime estremamente elevate.

“Le ondate di calore sono classificate per tre giorni consecutivi con temperature estremamente alte e basse”, ha affermato Sharon Robinson, autore principale dell’articolo, citato in una dichiarazione dell’Università di Wollongong in Australia.

“In quei tre giorni di gennaio, Casey ha registrato temperature minime superiori a zero e temperature massime superiori a 7,5 °C, con la sua temperatura più alta mai registrata di 9,2 °C il 24

gennaio, seguita dalla più bassa alta, 2,5 °C, la mattina dopo”, ha spiegato Robinson.

Le temperature record sono state registrate anche in altre parti dell’Antartide a febbraio. La base di ricerca argentina Esperanza, nell’estremo nord della penisola antartica, ha registrato il 6 febbraio una temperatura massima di 18,4 gradi Celsius.

Tre giorni dopo, il nuovo record è stato superato quando gli scienziati brasiliani hanno riportato una temperatura massima di 20,75 gradi Celsius alla base di Marambio, anche nella penisola antartica, per la prima volta infrangendo la barriera di 20 gradi nel continente.