OMS: la mortalità per Coronavirus è maggiore dell’influenza stagionale

Su scala globale, i pazienti a cui è stato diagnosticato il nuovo coronavirus covid-19 muoiono ad un tasso del 3,4%. ...

OMS: la mortalità per Coronavirus è maggiore dell'influenza stagionale.

Su scala globale, i pazienti a cui è stato diagnosticato il nuovo coronavirus covid-19 muoiono ad un tasso del 3,4%. Lo ha dichiarato martedì in una conferenza stampa il presidente dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), Tedros Adhanom Ghebreyesus.

“In confronto, l’influenza stagionale in genere uccide ben al di sotto dell’1% di quelli infetti”, ha aggiunto Tedros, citato in un tweet pubblicato martedì sul conto dell’agenzia. Allo stesso modo, il direttore dell’entità ha invitato i produttori di forniture mediche a “aumentare urgentemente la produzione”, in modo che la domanda globale possa essere soddisfatta nel mezzo dell’epidemia di covid-19.

“I rifornimenti si stanno esaurendo rapidamente. L’OMS stima che ogni mese saranno necessari 89 milioni di mascherine mediche per far fronte a covid-19, oltre a 76 milioni di guanti per esami medici e 1,6 milioni di occhiali protettivi“, ha avvertito Tedros.

Al fine di soddisfare le esigenze della comunità medica, è necessario aumentare le forniture di dispositivi di protezione individuale del 40%, ha affermato.

La soluzione è la solidarietà

Secondo quello che era il ministro della salute etiope, ci sono prove che solo l’1% degli infetti segnalati in Cina non ha sintomi della malattia, mentre la maggior parte dei pazienti li sviluppa in un periodo di due giorni.

La situazione che circonda l’epidemia di coronavirus è troppo grave per essere risolta solo dall’OMS o da una singola industria, ha affermato il direttore dell’entità, che ha lanciato un appello alla solidarietà.

“È necessario che tutti lavoriamo insieme per garantire che tutti i paesi possano proteggere le persone che proteggono il resto di noi”, ha detto.

Quelli infettati da covid-19 in tutto il mondo ammontano a oltre 92.700, con oltre 3.100 casi fatali.