Mappa Cambiamenti Climatici: chi ha maggiori probabilità di sopravvivere

Il cambiamento climatico è reale e sta progredendo senza rimedio per nessuno, ma oggi la domanda è: il tuo paese ...

Mappa Cambiamenti Climatici: chi ha maggiori probabilità di sopravvivere.

Il cambiamento climatico è reale e sta progredendo senza rimedio per nessuno, ma oggi la domanda è: il tuo paese può sopravvivere? Lo scioglimento delle calotte glaciali, i record delle alte temperature, l’innalzamento del livello del mare, sono solo alcuni dei segni rivelatori.

Il cambiamento climatico è una delle crisi più urgenti per l’umanità.

È causato da un immenso e continuo accumulo di anidride carbonica e altri gas serra nella nostra atmosfera a seguito dell’attività umana, i cambiamenti climatici stanno causando una serie di allarmanti eventi ambientali.

I paesaggi innevati si stanno lentamente staccando per lasciare spazio a un deserto inabitabile. L’aumento delle temperature del mare sta uccidendo migliaia di miglia di barriere coralline e vita marina. Mentre gli eventi meteorologici anormali stanno diventando più comuni e costano migliaia di milioni di euro alle nazioni colpite. Ad esempio, le prime stime suggeriscono che l’uragano Harvey del 2017 abbia causato danni tra 48 e 134 miliardi di dollari.

Questo serve come esempio degli effetti catastrofici che i cambiamenti climatici potrebbero avere sul nostro pianeta in futuro se non facciamo nulla per affrontare questo problema.

Mentre è chiaro che non esiste un solo angolo del mondo che sia al sicuro dai cambiamenti che si verificano nel nostro clima, volevamo sapere quali paesi sono a maggior o minore rischio di subire gli effetti dei cambiamenti climatici.

Mappa Cambiamenti Climatici: chi ha maggiori probabilità di sopravvivere.

Per rispondere a questa domanda, esaminiamo i dati dell’Indice ND-Gain pubblicato dall’Università di Notre-Dame. Questo rapporto ha analizzato 181 paesi in relazione alla loro vulnerabilità ai cambiamenti climatici e al modo in cui sono preparati ad affrontarli o ad adattarsi nel miglior modo possibile, sulla base di fattori come l’assistenza medica, l’offerta di cibo e la stabilità del governo.

Analizziamo anche la quantità di anidride carbonica emessa da tutti i 181 paesi ogni anno per avere un’idea di come ogni nazione contribuisce al cambiamento climatico. Questo ci consente di confrontare la probabilità che ogni paese debba sopravvivere ai cambiamenti del clima globale con la sua responsabilità nei confronti del fenomeno.

Quale paese ha maggiori probabilità di sopravvivere ai cambiamenti climatici?

La risposta è la Norvegia, grazie al suo basso punteggio di vulnerabilità e all’alto punteggio di preparazione. Anche i suoi vicini nordici hanno fatto bene, con Finlandia (3°), Svezia (4°), Danimarca (6°) e Islanda (8°) che hanno ottenuto 5 dei 10 migliori posti in cui sopravvivere. Conclusione rapida, dobbiamo tutti fuggire nei paesi del nord Europa e del Nord Atlantico per vivere i nostri ultimi giorni nel caso in cui il nostro pianeta diventi inabitabile.

È interessante notare che il Regno Unito e gli Stati Uniti non sono stati classificati tra i primi 10, ma rispettivamente al 12° e 15° posto. Entrambe le nazioni sono state nominate tra i 10 paesi che hanno più probabilità di sopravvivere ai cambiamenti climatici nella versione 2015 di questa mappa, ma un peggioramento generale della loro vulnerabilità e una

percentuale di preparazione li hanno fatti cadere in classifica.

Ancora più sorprendente è la posizione della Cina nella classifica: 59°. Sebbene possiamo dire che è la principale causa di cambiamenti climatici in tutto il mondo, emettendo ogni anno nell’enorme quantità di 9040 tonnellate di CO₂ nell’atmosfera, questa nazione è piuttosto sensibile in termini di effetti del riscaldamento globale. Ciò è dovuto in gran parte alla crescente popolazione del paese, che sta esercitando una forte pressione sulle risorse naturali e sui servizi pubblici della Cina. Ironia della sorte, la vulnerabilità della Cina ai cambiamenti climatici significa, quindi, che potrebbero raccogliere ciò che stanno seminando.

Chi sono i più grandi perdenti?

All’altro capo della classifica, non sorprende che le nazioni più povere e meno sviluppate del mondo abbiano le minori possibilità di sopravvivere ai cambiamenti climatici. I paesi dell’Africa sub-sahariana prendono le ultime 10 posizioni per sopravvivere, nominando la Somalia come la nazione con meno probabilità di sopravvivere ai cambiamenti climatici.

Anche il Ciad, l’Eritrea, la Repubblica centrafricana e la Repubblica democratica del Congo hanno fatto male, a causa del loro governo instabile, delle scarse infrastrutture, della mancanza di cure mediche e della carenza di cibo e acqua.

Questi rapporti servono come un chiaro promemoria della necessità per i paesi più ricchi e potenti di supportare le nazioni più vulnerabili del mondo. Ancor di più quando molte delle economie più ricche sono quelle che contribuiscono maggiormente ai cambiamenti climatici, ma hanno meno probabilità di essere colpite. Allo stesso tempo, i paesi poveri con meno responsabilità sono quelli che soffrono di più.

Per mettere questo in prospettiva, l’Eritrea emette solo lo 0,01% del biossido di carbonio totale che gli Stati Uniti producono ogni anno: solo 0,6 tonnellate di CO₂ rispetto a 4997 tonnellate negli Stati Uniti.

È vero che i cambiamenti climatici influenzeranno l’intero pianeta in un modo o nell’altro, quindi questa mappa mostra chiaramente quali paesi sono i più colpiti (e meno colpiti). In questo momento, la pressione sta aumentando affinché i leader mondiali trovino una soluzione efficace per fermare il cambiamento climatico prima che sia troppo tardi e le nazioni inizino a soccombere alle conseguenze disastrose di un mondo che sta diventando più caldo ogni giorno.

Fonte theecoexperts.co.uk.