Come funziona la Legge del Karma? È uguale al Destino?

La legge del Karma è la legge universale di causa ed effetto, ciò che facciamo ci ritorna indietro....

Come funziona la Legge del Karma? È uguale al destino?

Il “buon Karma” e il “cattivo Karma” che cosa significa?

Oggi parleremo della Legge del Karma perché c’è molta confusione al riguardo. Sentiamo frasi come “ho un cattivo karma” o “ho un buon karma” e molte persone non capiscono bene il significato di questa cosa. Non è complicato: la legge del Karma è semplicemente la legge di causa ed effetto. Ogni effetto ha la sua causa e ogni causa il suo effetto.

Secondo questa legge dell’universo, ciò che fai crea un’energia che poi ti ritorna indietro. Se fai qualcosa di buono, allora è quello che ti viene restituito. Allo stesso modo se quello che fai è considerato cattivo o negativo.

Il problema è sapere cosa è buono e cosa no perché, a causa delle diverse culture, religioni, tipi di morale, costumi e credenze, c’è grande confusione e ciò che per alcuni è buono, normale o positivo, altri lo considerano cattivo o negativo.

Molte cose dipendono anche dalle circostanze. Ciò che in un paese è corretto, in altri può non esserlo, e sorgono errori e mancanza di comunicazione pensando che stai facendo qualcosa di “cattivo” quando per te non lo è, e viceversa.

Come sapere cos’è “buono” e cos’è “cattivo”

Di fronte a tanta confusione, dobbiamo essere molto chiari sul fatto che indipendentemente dalla cultura in cui viviamo, paese, religione, etnia, gruppo sociale, ci sono categorie che sono generalmente applicate a tutti e ci consentono di comprendere chiaramente la differenza tra una cosa e l’altra.

Quindi quale sarebbe un buon modo per identificare il buono dal cattivo e separare quelle energie? Molto semplice:

  • Bene o positivo è tutto ciò che quando lo fai non fa del male o danneggi te, o gli altri, o l’ambiente.
  • Male o negativo è tutto ciò che lo fa o che ti dice che ti fa male o che danneggia gli altri o fa male all’ambiente.

È una regola d’oro. Sentimenti come odio, vendetta, risentimento, invidia, violenza, creano un danno a coloro che li fomentano, alle altre persone e all’ambiente, quindi sono considerati negativi e generano quello che viene chiamato un Karma Negativo. Coloro che trascorrono la vita odiando, invidiando, desiderando il male degli altri, desiderando vendetta per tutti, pensando solo all’egoismo, stanno creando un campo di energia totalmente negativo che si rivolge contro se stessi.

Al contrario, i sentimenti di amore, perdono, compassione, tolleranza, rispetto sono considerati positivi e generano un Karma Positivo. Cioè, non è un atteggiamento sciocco perdonare un’offesa, al contrario! È intelligente e saggio perché chi vive trascinando ciò che una volta gli ha fatto in passato, non può godere o vivere il suo presente.

Il karma non è la stessa cosa del destino

Karma e destino non sono sinonimi. È bene chiarire questo perché le persone tendono ad essere molto confuse al riguardo. Il destino è forgiato in base al nostro Karma e non è inflessibile.

Lo stiamo scrivendo giorno dopo giorno con le nostre azioni.

Puoi paragonarlo al DNA, all’ereditarietà, diciamo i geni, in termini biologici. Siamo nati con un materiale genetico che viene dai nostri genitori: colore degli occhi, consistenza della pelle, in breve, geni ereditari. Ci sono anche quelli nati con problemi fisici, ma poi li superano il più possibile. In tal senso, il Karma sarebbe l’equivalente di quell’eredità e il destino a ciò che stiamo raggiungendo.

Supponiamo un bambino nato senza gambe. Nel corso della sua vita combatte contro questa disabilità. Abbiamo visto anche pittori quadraplegici che dipingono usando la loro bocca e persone senza braccia che usano gli arti inferiori per scrivere, o persino guidare la macchina.

Come funziona la Legge del Karma? È uguale al Destino?

Il destino è forgiato da noi ogni giorno con le nostre azioni che creano una catena di reazioni. Lo facciamo in base al nostro Karma. Nel Tema Natale, per esempio, compaiono queste predisposizioni ma ciò non significa che tutto sia scritto, al contrario. Se è così, allora l’educazione, lo sforzo personale, non avrebbe senso.

“In astrologia il Tema Natale è la raffigurazione simbolica della posizione dei pianeti, della linea visibile dell’orizzonte a est e a ovest, dello zenit e del nadir come appaiono ad un osservatore dalla Terra nel preciso luogo e momento della nascita di un individuo, o dell’inizio temporale di una qualsiasi attività”.

C’è chi giustifica i propri errori e le cattive decisioni dicendo “è il mio destino”, o “che sfortuna ho”, o “che cattivo karma”. Quando la verità è che stanno raccogliendo ciò che hanno seminato in quel momento, anche se non se ne rendono conto ora. Fortunatamente c’è sempre tempo per cambiare.

Pertanto, d’ora in poi, quando dubiti e non sai se ciò che stai facendo o dicendo ti porterà un Karma buono o cattivo, chiediti, ciò che faccio mi fa male, fa male agli altri, danneggia l’ambiente? E se ti rendi conto che le tue azioni causerebbero un risultato negativo, allora incanala la tua energia in un’altra direzione.

Ricorda sempre che ciò che seminiamo è ciò che poi raccogliamo.