La foto più dettagliata del Sole nella storia delle osservazioni da Europa

La riprogettazione effettuata nel telescopio GREGOR consente all'apparato di rilevare dettagli di una dimensione di 50 chilometri sulla superficie della stella....

La foto più dettagliata del Sole nella storia delle osservazioni da Europa.

Il telescopio GREGOR, situato sull’isola spagnola di Tenerife, ha ottenuto le immagini del Sole più dettagliate nella storia europea degli studi sulla stella, secondo quanto riportato martedì dall’Istituto di fisica solare Leibniz (Germania), che ha effettuato una riprogettazione del dispositivo.

Grazie a questo lavoro, le capacità del telescopio sono state aumentate e il Sole può essere osservato adesso con la più alta risoluzione di tutta la storia europea. “In un solo anno, abbiamo completamente ridisegnato i sistemi ottici, meccanici ed elettronici per ottenere la migliore qualità d’immagine possibile”, ha commentato la responsabile del progetto Lucia Kleint.

Ora, gli scienziati possono rilevare punti di 50 chilometri di dimensioni sulla superficie della stella, che ha un diametro di 1,4 milioni di chilometri. Questa risoluzione è paragonabile alla capacità di vedere in un’immagine perfettamente nitida di un ago nel mezzo di un campo da calcio a un chilometro di distanza, spiegano i ricercatori.

Con il nuovo sistema ottico, gli scienziati saranno in grado di studiare in dettaglio campi magnetici, convezioni, turbolenze, brillamenti e macchie solari. Le prime immagini, ottenute nel luglio di quest’anno, mostrano l’evoluzione delle macchie sulla superficie del Sole e la complessa struttura del plasma solare.

GREGOR, il più grande telescopio solare d’Europa

Con un diametro di 1,5 metri, GREGOR è il più grande telescopio solare d’Europa. Fa parte dell’osservatorio del Teide ed è gestito da un consorzio tedesco. I ricercatori di altri paesi possono partecipare all’osservazione dell’apparato attraverso programmi e progetti nazionali finanziati dalla Commissione Europea.

Il più potente telescopio solare al mondo oggi è invece quello dell’Osservatorio americano Daniel K Inouye, sull’isola hawaiana di Maui, che ha scattato le sue prime immagini nel gennaio di quest’anno.