Aumento inquinamento e riduzione dimensioni del pene, il libro

L’inquinamento non produce niente di buono… Sappiamo già che l’inquinamento è un problema che colpisce sia l’ambiente che le creature che lo abitano, compresi noi. Tuttavia, sembra che ancora [...] ..

Aumento inquinamento e riduzione dimensioni del pene, il libro

L’inquinamento non produce niente di buono… Sappiamo già che l’inquinamento è un problema che colpisce sia l’ambiente che le creature che lo abitano, compresi noi. Tuttavia, sembra che ancora oggi non siamo pienamente consapevoli di tutti gli effetti dannosi che ha. Pertanto, sono stati realizzati studi e pubblicazioni che ci mostrano come l’inquinamento non solo abbia ridotto l’aspettativa di vita nel mondo, ma anche le dimensioni del pene umano.

Per affrontare questi ultimi due punti, la dottoressa Shanna Swan ha pubblicato il suo libro “Count Down” nel febbraio 2021. Al suo interno, il famoso epidemiologo e scienziato spiega la relazione tra la contaminazione chimica e la graduale diminuzione delle dimensioni del pene umano e delle sue capacità riproduttive.

L’inquinamento e lo stile di vita moderno hanno diminuito le dimensioni del pene umano

Nel suo libro, la dottoressa Swan affronta l’influenza della contaminazione chimica e dell’attuale stile di vita su cose come le dimensioni del pene umano. Lì commenta che, con l’uso e il consumo di sostanze chimiche, sempre più bambini nascono con peni che sarebbero considerati piccoli.

“Le sostanze chimiche nel nostro ambiente e le pratiche di stile di vita malsane nel nostro mondo moderno stanno interrompendo il nostro equilibrio ormonale, causando vari gradi di caos riproduttivo”.

Oltre a questo, l’aumento dell’inquinamento sembra anche aumentare i tassi di disfunzione erettile. Pertanto, sta influenzando le capacità riproduttive dell’umanità da più lati.

L’inquinamento non ha solo causato la diminuzione delle dimensioni del pene umano

Non è la prima volta che la dottoressa Swan ha affrontato questioni come la fertilità o la contaminazione nel suo lavoro. Durante uno studio pubblicato nel 2014, il ricercatore ha stabilito che a poco a poco i livelli di fertilità femminile erano diminuiti negli ultimi decenni.

la dottoressa Shanna Swan ha pubblicato il suo libro "Count Down" nel febbraio 2021

Anche un altro studio pubblicato nel 2018 ha mostrato che una situazione simile si stava verificando tra gli uomini. All’interno di questo, è stato osservato come il numero di spermatozoi fosse diminuito nel corso dei decenni.

Il tutto in rapporto inversamente proporzionale all’aumento dell’inquinamento.

La situazione minaccia già la sopravvivenza della specie umana

All’interno del libro, la dottoressa Swan afferma che ci sono cinque criteri di base per determinare se una specie è in pericolo di estinzione. Secondo lo scienziato, basta uno solo di questi per essere soddisfatto per iniziare a considerarlo a rischio. Ora, “nello stato attuale delle cose per gli esseri umani, [l’umanità] ne incontra almeno tre”.

La dottoressa Swan commenta anche che i livelli complessivi di fertilità nel mondo sono diminuiti. Ad esempio, dice che le persone sulla ventina di oggi sono meno fertili dei loro nonni quando erano sulla trentina. Per questo motivo, arriva a classificare la situazione come una “crisi esistenziale globale”.

Con questo in mente, sarà necessario agire ora per porre finalmente un freno all’avanzata dell’inquinamento. Dal momento che, altrimenti, poi a poco a poco finirà per danneggiare irrimediabilmente la capacità riproduttiva dell’essere umano.


Per approfondire:

Count Down – How Our Modern World Is Threatening Sperm Counts, Altering Male and Female Reproductive Development, and Imperiling the Future of the Human Race (2021): www.simonandschuster.com

Endocrine disruption of androgenic activity by perfluoroalkyl substances: clinical and experimental evidence (2018): www.documentcloud.org

Environmental exposure to di-2-ethylhexyl phthalate is associated with low interest in sexual activity in premenopausal women (2014): doi.org