CoronaVirus: Un padovano il primo morto in Italia. Emergenza provoca provvedimenti

Aggiornamento 21/2 ore 23:55 – Uno dei due contagiati in Veneto, gli altri 15 delle ultime ore sono in Lombardia, ...

Emergenza Coronavirus in Italia provoca provvedimenti. Un padovano il primo morto in Italia.

Aggiornamento 21/2 ore 23:55 – Uno dei due contagiati in Veneto, gli altri 15 delle ultime ore sono in Lombardia, è morto. Era un uomo di 78 anni positivo al Coronavirus. Il decesso all’ospedale di Schiavonia, a Monselice, nel padovano attorno alle ore 22:45. Il sindaco di Vo’ Euganeo (PD) Giuliano Martini invita i cittadini a restare a casa nel fine settimana e di contattare il numero verde preposto in caso di febbre: “Le scuole chiuse almeno fino a lunedì”. Tampone in tutto il Veneto ai ricoverati con sintomi influenzali gravi.   


Sono 16 i casi confermati in Italia di persone che hanno contratto il coronavirus covid-19. L’improvvisa esplosione dell’epidemia non ha colto impreparato il paese.

Trenord chiude tre stazioni ferroviarie

Trenord ha chiuso le stazioni ferroviarie di Codogno, Maleo e Casalpusterlengo in ottemperanza all’ordinanza della Regione Lombardia. Sospesi i servizi ferroviari tra Pavia e Codogno e tra Cremona e Codogno. Il provvedimento sarà attivo da domani fino a nuova disposizione. Sul sito di Trenord tutti gli aggiornamenti, oppure chiamare il numero verde 800210955.

Coronavirsu, Conte: “italiani, non preoccupatevi”

Sull’emergenza coronavirus, il premier Conte di ritorno a Roma da Bruxelles, ha voluto rassicurare gli

tialiani: “eravamo preparati a questa evenienza, trattandosi di agenti virali facilmente trasmissibili. La popolazione non deve essere preoccupata! Avevamo un piano e lo stiamo attuando”.

Alla domanda su quali provvedimenti si prenderanno in termini di frontiere Ue, Conte ha dichiarato: “Non sospendiamo il trattato di Schengen, ma siamo disponibili a qualsiasi misura per tutelare la salute dei cittadini”.

Coronavirus, scuole chiuse a Piacenza

Nel frattempo, domani, sempre in via precauzionale, le scuole a Piacenza e provincia resteranno chiuse dopo i numerosi contagi nel vicinissimo Basso Lodigiano nelle ultime ore. Lo ha deciso il Comune assieme all’annullamento di quasi tutte le manifestazioni culturali e non solo.

Il dipartimento della Protezione civile ha individuato nell’aeroporto militare di San Damiano (Piacenza) nel comune di San Giorgio, la struttura in cui ricoverare, in caso di necessità, le persone che verranno sottoposte a quarantena.