Comprare Cristiano Ronaldo è stato un errore assoluto della Juve

Nonostante la Juventus abbia battuto il Porto 3-2 nel ritorno di Champions League, la Vecchia Signora è stata eliminata per il secondo anno consecutivo nella stessa fase. Come previsto, [...] ..

Comprare Cristiano Ronaldo è stato un errore assoluto della Juve

Nonostante la Juventus abbia battuto il Porto 3-2 nel ritorno di Champions League, la Vecchia Signora è stata eliminata per il secondo anno consecutivo nella stessa fase. Come previsto, le freccette del fallimento sono cadute su Cristiano Ronaldo, giocatore arrivato alla Juve proprio con l’intenzione di vincere la “maledetta” Champions League.

E invece, per la prima volta in 16 anni non potremo vedere né Cristiano RonaldoLionel Messi nei quarti di finale di Champions League: l’ultima volta è stata nella stagione 2004-05.

per la prima volta in 16 anni non potremo vedere né Cristiano Ronaldo né Lionel Messi nei quarti di finale di Champions League

Uno che lo ha colpito duramente con le critiche è stato Giovanni Cobolli (76 anni), ex presidente della Juventus:

Acquistare Cristiano Ronaldo è stato un errore assoluto.

(adsbygoogle=window.adsbygoogle||[]).push({})
L’ho detto dal primo giorno. È un grande giocatore, un campione, ma troppo costoso. Adesso è tutto nelle mani della Juventus, che gli paga un milione di euro per ogni gol che segna”.

L’ex dirigente non si è fermato qui, e ha chiesto direttamente la partenza di CR7 una volta terminato un torneo italiano che può finire senza la Juve campione dopo 9 scudetti consecutivi. “Adesso la Juventus ha bisogno di una ricostruzione e dovrebbe fare a meno di Cristiano Ronaldo a fine stagione“, ha sparato.

Cobolli sull’attuale tecnico bianconero, Andrea Pirlo. “Non posso biasimare Pirlo. Andrea Agnelli ha corso molti rischi e non ha voluto neanche Maurizio Sarri. L’ha accettato perché è stata la scelta di Fabio Paratici e Nedved”, ha concluso.