Scienza: il campo magnetico terrestre si sta muovendo molto più velocemente di quanto si pensava

Il campo magnetico terrestre si sta spostando dalla sua posizione prima del previsto: 10 volte più veloce. Sebbene sia naturale, ...

Scienza: il campo magnetico terrestre si sta muovendo molto più velocemente di quanto si pensava.

Il campo magnetico terrestre si sta spostando dalla sua posizione prima del previsto: 10 volte più veloce. Sebbene sia naturale, poiché negli ultimi 20 milioni di anni è stato modificato circa 100 volte. Cosa implica il cambio di direzione del campo magnetico? Cioè, che i poli nord e sud geomagnetici si scambino la loro posizione.

Sebbene le modifiche possano essere molto piccole, influiscono sulle misurazioni come quelle degli strumenti di navigazione. Grazie a questi campi, le bussole lavorano per determinare le posizioni. Uno studio condotto da ricercatori del Regno Unito e degli Stati Uniti spiega che il ferro liquido all’interno del pianeta si sta muovendo più velocemente del previsto. Questo turbinio di ferro interviene nel campo magnetico. Si trova a 2800 chilometri all’interno del pianeta e cambia direzione 2,5 gradi per stagione, per 39 mila anni.

Simulazioni per sapere cosa può succedere

L’Università di Leeds e lo Scripss Institute for Oceanography dell’Università della California stanno conducendo la ricerca. Spiegano che un cambiamento simile si è verificato 40 mila anni fa. Era il cosiddetto evento di Laschamp (chiamato così dai paleomagnetisti), un’inversione del campo magnetico terrestre.

Da quest’ultima modifica, i ricercatori hanno simulato come tutto è cambiato negli ultimi 100mila anni. “La direzione può muoversi dieci volte più velocemente del massimo impostato”, hanno detto i ricercatori. “Questi cambiamenti sono associati all’indebolimento locale del campo, come nell’anomalia del Sud Atlantico“.

L’importanza del campo magnetico

Oltre alla funzione di orientamento tramite le bussole, il campo magnetico protegge il pianeta dai danni del vento solare. Il vento solare è un flusso di particelle di energia che vengono emanate dal sole.

Secondo il portale Earth Layers, “grazie al campo possiamo percepire il vento solare solo attraverso fenomeni quali l’alba e le tempeste geomagnetiche”.

“Senza di essa, non avremmo atmosfera, e senza atmosfera, le temperature della Terra potrebbero variare molto come quelle della Luna”. Come sarebbero? Da 123 a -153 gradi Celsius. Terribile no?