Video Animazione: Come la Terra respira con il carbonio

L’ecologo Marcus Reichstein, del Max Planck Institute for Biochemistry (Germania), ha pubblicato il 6 gennaio un’animazione che mostra come l’ecosistema terrestre produce e cattura il carbonio atmosferico. Nel video [...] ..

Video Animazione: Come la Terra respira con il carbonio

L’ecologo Marcus Reichstein, del Max Planck Institute for Biochemistry (Germania), ha pubblicato il 6 gennaio un’animazione che mostra come l’ecosistema terrestre produce e cattura il carbonio atmosferico. Nel video puoi vedere come, durante l’anno, alcune parti del globo salgono o scendono, a seconda che la CO2 venga neutralizzata o prodotta. Questi due processi sono indicati anche dalla colorazione, dal blu all’arancione a seconda della loro intensità.

Quello che mi piace davvero è che vediamo intuitivamente il carico di carbonio quando la biosfera lo assorbe dall’atmosfera“, afferma Reichstein.

Come funziona l’animazione

L’animazione si basa sulle stime del progetto FLUXNET, che Reichstein e colleghi hanno realizzato con l’aiuto dell’apprendimento automatico, utilizzando i dati dei satelliti e di centinaia di stazioni di monitoraggio del carbonio in tutto il mondo.

Le fluttuazioni stagionali nella produzione e nella cattura del carbonio sono dovute ai cicli di vita delle piante. In estate prelevano questo elemento dall’atmosfera e lo utilizzano per la crescita, mentre in inverno il carbonio immagazzinato nei loro organismi viene rilasciato nuovamente nel processo di decomposizione. L’oceano appare costante nell’animazione perché la sua variabilità stagionale è “un ordine di grandezza inferiore” a quella della terraferma, ha detto Reichstein. E aggiunge: “Tuttavia, su larga scala sarebbe interessante“.

In un commento pubblicato venerdì dal portale LiveScience, lo scienziato ha affermato che, sebbene “la visualizzazione sia davvero solo un progetto per divertimento“, può spiegare il complicato

ciclo del carbonio e attirare l’attenzione sui suoi cambiamenti antropogenici: “in sostanza, mostra come l’importante è proteggere i pozzi di carbonio“.