Strage di Koala in Australia ma gli incendi non c’entrano

Le autorità australiane stanno indagando sul massacro di oltre 80 koala a Victoria, in Australia. Secondo i media locali, i ...

Strage di Koala in Australia.

Le autorità australiane stanno indagando sul massacro di oltre 80 koala a Victoria, in Australia. Secondo i media locali, i koala sono stati uccisi e feriti a causa dell’abbattimento di una foresta di eucalipti blu, i cui corpi senza vita sono stati accatastati da persone non identificate, che ha continuato a dar loro fuoco.

Al momento, decine di attivisti e impiegati del governo stanno monitorando ciò che resta del luogo, a Brightwater Cape, per occuparsi dei koala feriti dalla caduta dei tronchi durante il disboscamento.

Anthony Amis, ricercatore delle ONG di “Friends of the Earth”, ha dichiarato di essere stato avvisato del disboscamento da parte degli abitanti del villaggio che “hanno scoperto che i koala erano stati accatastati con un escavatore.

Tutto aveva un odore marcio”. “È un massacro!”, commentano gli abitanti del villaggio.

La società Midway è stata designata come responsabile della riduzione del numero di eucalipto. “Immagino che ne abbiano travolti alcuni quando hanno rimosso gli alberi”, ha detto Amis, che ha confermato che 20 koala sono stati sacrificati per la gravità delle loro ferite.

Midway ha respinto le accuse e ha assicurato che hanno tentato di “lasciare uno spazio adeguato di alberi abitabili” e che sono stati successivamente abbattuti da “persone non identificate”. L’agenzia di regolamentazione agricola di Victoria ha registrato 80 koala morti, ma il conteggio è ancora in corso.