Solstizio di Estate e Eclissi solare, che bellezza di evento astronomico

Solstizio d’estate: una pietra miliare nel calendario astronomico 2020, dall’inizio del solstizio d’inverno, un fenomeno che si manifesta con il ...

Solstizio di Estate e Eclissi solare, evento astronomico del 2020.

Solstizio d’estate: una pietra miliare nel calendario astronomico 2020, dall’inizio del solstizio d’inverno, un fenomeno che si manifesta con il giorno con l’esposizione al sole più bassa dell’anno e in cui la stella raggiungerà il suo punto più vicino al sud del cosiddetto “Equatore celeste“.

Questo evento naturale farà sì che si verifichi il giorno più corto dell’anno, poiché la luce solare rimarrà attiva per circa 9 ore e 49 minuti. Inoltre, il solstizio d’estate nell’emisfero settentrionale sarà il benvenuto per l’attesa eclissi o “anello di fuoco” che si terrà questa domenica 21 giugno.

Perché si verifica il solstizio?

Questo evento si verifica quando il Sole raggiunge la massima declinazione, proiettando la sua luce sulla latitudine geografica minima della Terra. Così, durante tutto l’anno, la posizione della stella più alta vista dal nostro pianeta si sposta verso nord e sud, generando l’esistenza dei solstizi.

Con questo, il solstizio è dovuto al fatto che il semiasse del pianeta è meno incline verso il Sole, una situazione contraria a quella dell’estate, dove la sua posizione è alla minima distanza dall’Ecuador. Con questo fenomeno l’inclinazione massima dell’asse terrestre verso la stella massima è di 23° 27′.

Quando è il solstizio d’estate nei diversi emisferi?

Secondo il calendario, il solstizio d’estate ha due date specifiche questo 2020 nelle diverse aree del pianeta. Nell’emisfero australe si svolgerà tra il 20 e il 23 dicembre di ogni anno e, tra il 20 e il 22 giugno, nell’emisfero settentrionale.

Nel frattempo, nelle zone temperate, le date dei solstizi sono identiche a quelle del passaggio astronomico dalla primavera all’estate e dall’autunno all’inverno. Quindi, domani 20 giugno, la stagione invernale inizia nell’emisfero meridionale, mentre l’estate inizierà nel nord, causando altri fenomeni astronomici, come la famosa pioggia di stelle Perseide (12 agosto).