Perché la sodalite brilla naturalmente al buio, proprietà e benefici della pietra dell’immesità

I ricercatori dell’Università di Turku (Finlandia) hanno scoperto l’origine del bagliore di un minerale naturale noto come “sodalite“, che genera una luminescenza nell’oscurità. Il minerale è stato scoperto nel XIX ...

I ricercatori dell’Università di Turku (Finlandia) hanno scoperto l’origine del bagliore di un minerale naturale noto come “sodalite“, che genera una luminescenza nell’oscurità.

Il minerale è stato scoperto nel XIX secolo e può essere trovato in Afghanistan, Groenlandia, Canada e Pakistan. Emette un bagliore rosa chiaro quando rotto o posizionato in uno spazio buio, ma lo perde quando si trova in un luogo luminoso.

Un recente studio pubblicato sulla rivista Chemistry of Materials indica che l’effetto della luce dipende dall’equilibrio delle concentrazioni di zolfo, potassio, ferro e titanio. Quest’ultimo elemento della combinazione è quello che brilla, per il trasferimento di elettroni.

Tuttavia, le concentrazioni di titanio da sole non sono sufficienti per creare luminescenza ed è necessaria anche la corretta combinazione di altri elementi. Per questo motivo, non tutte le sodaliti brillano.

Sodaliti sintetiche, una scoperta sensazionale

I ricercatori hanno detto che sperano che la scoperta li aiuterà a sviluppare materiali sintetici che brillano al buio senza la necessità di un’altra fonte di energia. “Abbiamo svolto molte ricerche con le sodaliti sintetiche e siamo stati in grado di sviluppare un materiale con un bagliore significativamente più lungo rispetto alla sodalite naturale“, ha affermato Isabella Norrbo, specialista in chimica dei materiali presso l’Università di Turku.

Il leader della ricerca Mika Lastusaari: “Con questi risultati, abbiamo ottenuto preziose informazioni sulle condizioni che influenzano il bagliore delle sodaliti. Sebbene la natura non sia stata in grado, in questo caso, di formare un materiale con un bagliore efficace quanto i materiali sintetici, ha aiutato in modo significativo nello sviluppo di materiali luminescenti sempre più efficaci”.

La sodalite in cristalloterapia: La pietra dell’immesità

La sodalite viene usata nelle sedute di cristalloterapia per stimolare il chakra della gola e di conseguenza tutta la sfera della comunicazione. La parola sodalite significa “sodio” che è il composto principale di questa pietra, quindi è stata battezzata con quel nome, una volta scoperta. Conosciuta in altre regioni come “Pietra Sodalite” ed esotericamente chiamata “La pietra dell’immesità” per via dei grandi poteri energetici ad essa attribuiti. Questo cristallo promuove la verità.

Le proprietà e i poteri della sodalite sono piuttosto varie, tra le quali possiamo evidenziare quanto segue:

  • Protezione contro le energie negative.
  • Promuove la meditazione e la concentrazione.
  • Aiuta ad eliminare l’ego.
  • Curiosità e voglia di conoscenza.
  • A livello fisico lavora su tutta la zona della gola.

Dal sito alchimiadellepietre.it: “Trattandosi di una pietra collegata all’elemento acqua, regola anche l’equilibrio dei vari liquidi corporei. Le vibrazioni di questa pietra vi aiuteranno a superare i meccanismi inconsci e quei modelli di comportamento che da troppo tempo state adottando, rivelandosi un ostacolo per lo sviluppo personale e professionale. Aiuta a sviluppare l’intuizione, l’auto-disciplina e quel desiderio che vi porterà a vivere la vita nel modo più autentico possibile”.

Altri vantaggi della pietra sodalite

Anche altre proprietà sono attribuite alla sodalite di ogni tipo. Molte persone, ad esempio, la usano come talismano protettivo contro gli incidenti stradali. Si ritiene inoltre che sia un’eccellente pietra protettiva contro attacchi e incidenti che coinvolgono armi da fuoco.

Come pulire una pietra di sodalite?

Questo, come il quarzo, il diaspro e tutti i tipi di pietre energetiche devono essere puliti, e non è una questione di sporco, ma piuttosto ricorda che assorbono le energie negative e le vibrazioni per proteggere chi li indossa. Ecco perché è necessario pulirlo correttamente e spogliarlo di tutta l’energia cattiva.

La tecnica per pulirlo è la stessa della maggior parte dei cristalli: bisogna metterlo in un contenitore di vetro anche se non è necessario. Quindi dovresti aggiungere abbastanza acqua di mare o solo sale. Lasciarlo così per un paio d’ore e poi sfilarlo dal contenitore pulendolo con l’aiuto di un panno umido.

Come caricare e attivare la pietra di sodalite?

Non devi solo pulire la tua pietra di sodalite ma anche caricarla. Il processo è semplice: lasciarla esposta per un’intera notte alla luce della luna piena. La mattina dopo puoi rimuoverla e avrai la tua sodalite pronta per l’uso: continuerai a proteggerti e a donarti le sue meravigliose proprietà.