Sciopero delle donne in Islanda

L'Islanda chiede una giornata di sciopero delle donne per protestare contro il divario salariale...

sciopero donne islanda

Questo martedì, le donne islandesi sono indette per una giornata di sciopero per protestare contro il divario salariale, la seconda che il paese sta vivendo dopo la pietra miliare che rappresentò la prima protesta nazionale delle donne nel 1975, con un seguito del 90%. Il primo ministro Katrín Jakobsdóttir ha confermato che si unirà allo sciopero per denunciare la violenza sessuale e di genere, una piaga ancora diffusa.

Al momento sono stati confermati gli scioperi degli insegnanti, degli infermieri e delle pescatrici, oltre ad altri settori lavorativi. Gli organizzatori ritengono che negli ultimi 48 anni le donne abbiano fatto progressi, ma che la parità lavorativa tra uomini e donne sia ancora lontana dall’essere raggiunta. Dopo lo sciopero del ’75 si ottenne l’elezione della prima presidente donna di un Paese al mondo e si aprì la porta a un cambiamento che resta ancora incompleto.

islanda donne sciopero

Secondo i dati del World Economic Forum, l’Islanda è il Paese al mondo con il minor divario salariale, da 14 anni

consecutivi. Ma ciò non significa che questa differenza non esista: le donne guadagnano ancora il 21% in meno degli uomini, e il 40% dichiara di aver subito discriminazioni o violenze sessuali per il fatto di essere uomo. E i lavori tipicamente femminili, come pulire o prendersi cura delle persone, continuano ad essere pagati molto meno.

A differenza dello sciopero del 1975, in questo gli organizzatori hanno voluto includere anche le persone non binarie, un gruppo che soffre anche di discriminazioni lavorative e sociali. La richiesta è che i partecipanti non svolgano alcun lavoro, né lavorativo né non retribuito, “per dimostrare l’importanza del loro contributo alla società”.

Si stima che circa 25.000 persone parteciperanno ad una manifestazione a Reykjavík, e ci saranno altri 10 eventi in tutto il paese, dove si prevede un’elevata partecipazione.