Reddito di Cittadinanza, iniziano le convocazioni per il popolo dei disoccupati che cercano lavoro

Da questo mese il Reddito di Cittadinanza permette la sottoscrizione del patto per la ricerca di lavoro. Questo significa che ...

Reddito di Cittadinanza, iniziano le convocazioni per il popolo dei disoccupati che cercano lavoro.

Da questo mese il Reddito di Cittadinanza permette la sottoscrizione del patto per la ricerca di lavoro. Questo significa che famiglie e single verranno convocati presso i centri per l’impiego dove potranno aderire al patto. Si parla di 704 mila disoccupati.

Questa nuova fase, conosciuta con l nome di “fase 2”, è partita in ritardo secondo le iniziali previsioni. I beneficiari del reddito che hanno comunque percepito il sussidio però senza lavorare, hanno aspettato cinque mesi. Le cause di questo ritardo sono state dovute in parte alla difficoltà dell’arruolamento dei navigator, cioè di quelle figure professionali che hanno il compito di seguire e introdurre i cittadini beneficiari del reddito nel mondo del lavoro. La recente crisi di governo iniziata nei primi giorni del mese scorso è stato un altro fattore che ha rallentato il processo.

L’Agenzia delle politiche del Lavoro, evidenzia come i dati forniti dal ministero “indicano che la gran parte dei soggetti avviabili al lavoro risiede nelle principali Regioni del Sud Italia: circa il 65% dei beneficiari infatti proviene da Campania (178370), Sicilia (162518), Calabria (64057) e Puglia (50904)”. Tutti luoghi dove i navigator dovranno svolgere un lavoro più intenso.

Ricordiamo che la domanda per il Reddito di cittadinanza può essere presentata telematicamente attraverso il sito www.redditodicittadinanza.gov.it, di persona presso i Centri di Assistenza Fiscale (CAF) e gli Istituti di patronato. Oppure, dopo il quinto giorno di ciascun mese, presso gli uffici postali (gestori del servizio integrato di cui all’articolo 81, comma 35, lettera b), del decreto-legge 25 giugno 2008 n° 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n° 133).