Quarantena, città bloccate e centinaia di infetti: le ultime notizie sul virus mortale della Cina

Le autorità cinesi hanno già aumentato a 25 il numero di decessi per polmonite legati allo scoppio del nuovo coronavirus ...

Quarantena, città bloccate e centinaia di infetti: le ultime notizie sul virus mortale della Cina.

Le autorità cinesi hanno già aumentato a 25 il numero di decessi per polmonite legati allo scoppio del nuovo coronavirus 2019-nCoV, che ha già provocato 830 infetti nel paese asiatico. Il virus viene trasmesso da uomo a uomo attraverso il tratto respiratorio e in caso di contatti stretti.

Due recenti studi indicano che pipistrelli e serpenti sono possibili riserve di animali di questo coronavirus che, secondo i medici cinesi, sarebbero già mutati e, come con qualsiasi altro virus, non hanno cure. La malattia ha già attraversato i confini della Cina, rilevando alcuni casi in altri paesi come Giappone, Tailandia, Corea del Sud, Stati Uniti, Singapore o Vietnam, tutti in persone provenienti dal territorio cinese.

Per impedire un’ulteriore diffusione, le autorità hanno chiuso quattro città cinesi: Wuhan, con oltre 11 milioni di abitanti, dove la pericolosa infezione ha avuto origine a dicembre, legata a un mercato locale del pesce; Huanggang (oltre 6 milioni), Chibi (circa mezzo

milione di abitanti) e Xianning (2,5 milioni di abitanti).

Un’altra città vicino all’epicentro dell’epidemia di virus in Cina, la città di Huangshi nella provincia di Hubei, ha interrotto il servizio di trasporto pubblico e ha chiuso un ponte di accesso sul fiume mentre il Paese intensifica gli sforzi per contenere il coronavirus.

Intanto, il ministero della Sanità giapponese conferma un secondo caso di coronavirus cinese. Si tratta di un uomo che ha viaggato a Wuhan, la città focolaio dell’epidemia. Si tratta di un 40enne residente a Wuhan arrivato in Giappone lo scorso 19 gennaio e poi ricoverato in un ospedale di Tokyo tre giorni dopo.