Le nuvole stanno scomparendo a causa del riscaldamento globale

Nuvole riflettono parte della radiazione solare nello spazio; senza di loro la vita sulla Terra è in pericolo. Un gruppo di...

Nuvole riflettono parte della radiazione solare nello spazio; senza di loro la vita sulla Terra è in pericolo.

Un gruppo di scienziati ha pubblicato uno studio su Nature Geoscience dove assicurano che le nuvole non sono al sicuro dai danni causati dai cambiamenti climatici.

Tapio Schneider, membro del Caltech Jet Propulsion Laboratory (JPL) della NASA che ha presentato lo studio, avverte che l’aumento di anidride carbonica (CO2), sta interessando le nuvole stratocumuli, che riflettono parte della luce solare nello spazio e che permettono la vita sulla Terra. Con maggior CO2 nell’aria meno nuvole stratocumuli nell’atmosfera nel mondo: l’anidride carbonica è uno dei gas serra.

Battuti Record livelli di emissioni globali di anidride carbonica (CO2).

Schneider e i suoi colleghi hanno creato una simulazione al computer per modellare come le dinamiche delle nuvole in una “regione subtropicale rappresentante” cambierebbero con concentrazioni crescenti di gas ad effetto serra.

Hanno determinato che la coperta di nuvole stratocumuli “diventano instabili fino a dividersi in nuvole sparse” quando il livello di anidride carbonica si eleva fino a 1200 parti per

milione (ppm). Questo è un valore che “si può raggiungere all’interno di un secolo con scenari elevati di alte emissioni“.

Attualmente, l’atmosfera della Terra è a 400 ppm di CO2. Tuttavia, prima dell’industrializzazione, era a 280 ppm. Senza le coperture degli stratocumuli per riflettere la luce del sole lontano dalla Terra, il modello prevede che le temperature della superficie globale aumentino di 8 gradi Celsius. Nelle regioni subtropicali, le temperature aumenteranno fino a 10 gradi.

La cosa peggiore, dice lo studio, è che le nuvole non possono essere riformate fino a quando il livello di anidride carbonica scende al di sotto di 1200 ppm e l’anidride carbonica rimane nell’atmosfera “per sempre”.

Sebbene vi sia un consenso nella comunità scientifica sui rischi di aumento delle emissioni di biossido di carbonio, lo studio ha causato molteplici controversie.


Scritto da Redazione Breaking News, Aggiornato a giovedì 28 Febbraio 2019, Pubblicato in Attualità