Nostradamus, profezie e visionario più famoso della storia

Nostradamus è un personaggio che è stato e continuerà ad essere oggetto di tutte le speculazioni, perché ha sollevato un sacco [...]

Nostradamus, profezie e visionario più famoso della storia.

Nostradamus è un personaggio che è stato e continuerà ad essere oggetto di tutte le speculazioni, perché ha sollevato un sacco di domande senza risposta. La sua fama deriva da uno strano dono che gli ha permesso di entrare in uno stato di trance durante il quale, presumibilmente, ha sperimentato visioni che in seguito hanno incarnato in quartine, le famose Quartine di Nostradamus.

Erano vivide (anche se in genere enigmatiche) premonizioni di eventi futuri, alcune delle quali erano così lontane dal loro tempo che lui stesso le ha datate quattro secoli dopo. Tutto su Nostradamus sembra inspiegabile, eppure non sembra che le sue quartine fossero una manciata di avvenimenti stravaganti. Le previsioni che ha fatto possono essere vere o false, ma non c’è dubbio che quelle sue visioni esistessero.

Nostradamus, visionario più famoso al mondo.

Non era un saggio, non un mistico, non un esaltato. Era semplicemente un visionario, nel senso più letterale del termine, uno di quei rari personaggi che sono dominati da una forza di cui ignorano l’origine e che finisce per possederli. Forse c’era qualcosa di patologico in lui, una specie di disturbo mentale che si manifestava solo nelle sue visioni, perché a giudicare il suo atteggiamento e comportamento personale, nessuno poteva definirlo pazzo in tutta la sua vita. Né di carattere malvagio, oscuro o pernicioso; l’apparente uomo ordinario si limitò a formulare le sue profezie senza danneggiare nessuno.

Nostradamus, medico senza un titolo.

Nostradamus (Michel de Notre-Dame) è nato in Provenza nel 1503, cinquant’anni dopo il suo bisnonno lasciò l’ebraismo per essere battezzato come cristiano. Il ragazzo Michel dimostrò presto alcune strane peculiarità, inclusa la sua prodigiosa memoria.

Leggi  Cervelli umani, presto saranno unificati con la Cloud

Ha studiato all’Università di Avignone fino alla chiusura della peste nera, e poi a Montpellier, dove si è laureato in Medicina a 21 anni. non ha potuto però prendere il titolo, per alla peste nera successe quella bubbonica e lui si è dedicato per preparare un rimedio, un farmaco, uno dei quali è diventato famoso, la cosiddetta “pillola rosa”.

Il suo successo, tuttavia, ebbe conseguenze poiché quelle attività erano incompatibili con la pratica della medicina, e quindi gli fu negato il titolo ufficiale di dottore.

I suoi viaggi in tutta la Francia lo misero in contatto con certi personaggi che mantenevano legami associati alla conoscenza occulta, come alchimisti e negromanti. Poi, dopo essere rimasto vedovo e dopo essersi risposato, si è dedicato alla scrittura di almanacchi che lo fecero conoscere in tutta la Francia. Il passo successivo è stato quello di pubblicare le sue famose profezie, raggruppati in 10 secoli.

La reazione della Chiesa a Nostradamus.

Alcuni settori della chiesa hanno iniziato a percepire un soffio di ispirazione satanica in quelle così strane opere, ma il successo del suo autore – che godeva del favore del potente aristocrazia e che la regina Caterina si era fatta come fervente sostenitore che ha fatto da viaggio alla Corte – ha evitato lo scontro frontale con la Chiesa. Nostradamus morì all’età di 63 anni, nel 1566, lasciando al mondo le sue previsioni discutibili e il mistero del suo dono o della sua malattia.