Norvegia multa primo ministro per violare restrizioni Covid-19

La legge è uguale per tutti… soprattutto in Norvegia, dove questo venerdì, la polizia norvegese ha riferito che Erna Solberg, primo ministro del paese scandinavo, è stata multata di [...] ..

Norvegia multa primo ministro per violare restrizioni Covid-19.

La legge è uguale per tutti… soprattutto in Norvegia, dove questo venerdì, la polizia norvegese ha riferito che Erna Solberg, primo ministro del paese scandinavo, è stata multata di circa 2300 dollari per non aver rispettato le misure anti-covid imposte dal suo stesso governo.

“Sebbene la legge sia la stessa per tutti, non tutti sono uguali. Solberg è il principale rappresentante del paese e ha ripetutamente spiegato le decisioni del governo sulle misure per fermare la pandemia”, ha detto il capo della polizia norvegese Ole Saeverud. Ha anche sottolineato che la multa cerca di “mantenere la fiducia del pubblico nei regolamenti di controllo del virus”.

L’incidente è avvenuto alla fine di febbraio, quando Solberg e i suoi parenti si sono riuniti nella cittadina di Geilo, famosa per le sue piste da sci, per festeggiare il suo 60° compleanno. Il 25, come rivelato dalla rete statale NRK, 13 membri della famiglia hanno cenato insieme in un ristorante, nonostante le regole limitassero a 10 il numero di persone che possono partecipare a un evento privato

(adsbygoogle=window.adsbygoogle||[]).push({})
in uno spazio pubblico.

Solberg non ha partecipato alla cena perché all’ultimo minuto è dovuta andare in ospedale per problemi agli occhi. Tuttavia, il giorno successivo, lei e i 13 parenti si sono riuniti nel suo appartamento per mangiare “sushi“.

Avrei dovuto conoscere meglio le regole“, ha poi lamentato la politica, parlando con NRK. “La verità è che non ho rivisto abbastanza bene le regole e quindi non mi ero resa conto che quando una famiglia esce insieme e ha più di 10 persone, allora in realtà è un evento”.

Inoltre, in un lungo post sul suo account Facebook, Solberg ha ammesso che il suo comportamento era vergognoso e ha ribadito le sue scuse ai cittadini norvegesi.