Inondazioni in Argentina: morti e migliaia di evacuati

2 morti e circa 5400 sfollati sono stati segnalati lo scorso fine settimana nella regione nord-orientale dell’Argentina, dove le tempeste che [...]


Inondazioni in Argentina: morti e migliaia di evacuati.

2 morti e circa 5400 sfollati sono stati segnalati lo scorso fine settimana nella regione nord-orientale dell’Argentina, dove le tempeste che hanno avuto inizio sabato hanno provocato gravi inondazioni e danni materiali, segnalate fonti comunali e di protezione civile.

Un uomo di 42 anni e suo figlio di 19 anni sono stati fulminati nella provincia di Chaco, secondo il governo locale, dopo che l’acqua delle forti piogge ha allagato la sua casa a Las Breñas. Nelle province di Formosa, Corrientes e Misiones c’erano anche famiglie sfollate da inondazioni di strade, inondazioni di fiumi, alberi in caduta e brillamento di tetti.

Anche le aree rurali della regione sono state gravemente colpite: “Le abbondanti piogge nei giorni scorsi hanno danneggiato strade e campi rurali, che sono impregnati d’acqua e hanno difficoltà per il deflusso delle acque”, ha detto il governo nazionale di Mauricio Macri.

Secondo il sottosegretario della Protezione civile della nazione, Daniel Russo, una delle città più colpite nella provincia di Chaco è la Corzuela, dove nelle ultime ore sono stati registrati più di 300 millimetri di acqua: “Una cifra che nessuna città al mondo Potrei resistere”, ha stimato.

Da parte sua, il governatore del Chaco, Domingo Peppo, si è riunito domenica con il comitato di crisi per coordinare l’assistenza con l’esercito, la gendarmeria e la prefectura navale, che “lavorano con veicoli speciali per raggiungere aree inondate di elementi essenziali”.

Dopo aver visitato l’area metropolitana della Grande Resistenza, capitale della provincia, Peppo ha sottolineato che questa è la terza volta nell’anno in cui il distretto subisce un’inondazione di questo tenore, e ci sono ancora 2.011 persone evacuate lì.

Leggi  Cataclismi nel Mondo, effetti del cambiamento climatico

“Stiamo rispondendo alle urgenze delle persone più colpite, ma siamo consapevoli del forte impatto che migliaia di ettari di colture diverse coperte dall’acqua avranno sull’economia

provinciale e anche su quei lotti in cui non esiste un” pavimento “a causa dell’eccesso piove”, ha detto il presidente locale.