Incredibile: Gesù un Anunnaki che poteva cambiare forma

Ci sono alcuni testi egiziani considerati apocrifi che raccontano come Gesù Cristo cambiava forma fisica ed età quando voleva. Questa facoltà [...]

Incredibile: Gesù un Anunnaki che poteva cambiare forma.

Ci sono alcuni testi egiziani considerati apocrifi che raccontano come Gesù Cristo cambiava forma fisica ed età quando voleva. Questa facoltà di “mutaforma” si riflette in fattori extraterrestri simili a quelli descritti in sumerico. Esseri con un aspetto simile a un serpente che aveva una forma umana. Quale segreto conserva il sangue, il DNA di Gesù Cristo?

Scoperto per la prima volta nel 1910 e comprato l’anno seguente da JP Morgan, un finanziere di Wall Street, questo testo racconta la storia della crocifissione di Gesù Cristo, ma in un modo completamente diverso da quello che tutti conosciamo dalla Bibbia.

Tra gli eventi relativi al manoscritto si dice che, molto diverso da quello che condannò Gesù, Ponzio Pilato era un fedele seguace. Inoltre, l’ultima cena del Messia non fu fatta con i suoi discepoli prima di essere consegnato alle autorità. Ma fu proprio nella casa di Pilato dove avvenne.

Nel mezzo della cena, Pilato gli dice “bene, ecco che è arrivata la notte, alzati e vattene, e quando verrà la mattina mi accuseranno per te, darò loro l’unico figlio che ho per essere ucciso al posto tuo”.

Gesù si rifiuta dicendo che se voleva essere salvato dal suo destino, poteva farlo senza grossi problemi. Senza contare che, a quanto pare, aveva anche la capacità di diventare invisibile. Bene, dopo questo, il testo dice, è stato difficile per Pilato vederlo per molto tempo.

La traduzione è stata fatta dal professore di Storia del cristianesimo all’Università di Utrecht, Roelof van der Broek. In esso, assicura anche che Gesù non fosse celibe come abbiamo sempre creduto. Al contrario, ci sono alcuni frammenti in cui il Figlio di Dio parla di sua “moglie”. Lì la difende per alcuni attacchi verbali che ha avuto.

Leggi  Vita marina a rischio per colpa del riscaldamento globale

Tuttavia, sebbene Maria Maddalena non sia menzionata direttamente, molti sono i ricercatori che hanno attribuito queste parole di Gesù a una possibile affermazione di lei come sua moglie.

Il bacio di Giuda non era quello che pensiamo. Il testo, originariamente scritto in copto, afferma anche che il bacio che Giuda dà a Gesù Cristo al momento del parto non era a causa di colpa o pentimento. Ma era un modo per evitare la confusione che dava il potere di cambiare le forme.

“Allora i Giudei dissero a Giuda: Come arresteremo Gesù, perché non ha una sola forma, ma il suo aspetto cambia. A volte è rosso, a volte è bianco, a volte è color grano, a volte è pallido come asceti, a volte è un giovane uomo, a volte un vecchio…”.

Gli ebrei erano confusi e preoccupati perché non potevano riconoscere Gesù quando andavano a cercarlo. Con il bacio, Giuda voleva dissipare i dubbi e mostrare chi era Gesù, così non ci sarebbe stata confusione.

Anche se si rivela essere un manoscritto molto controverso, la sua veridicità non è stata ancora confermata. Si ritiene che sia stato scritto da San Cirillo e che fosse a capo dei monaci. Tuttavia, van der Broek è convinto che sia stato manipolato o scritto da qualcun altro.

Questo professore di Storia del cristianesimo dice che, nel momento in cui il testo fu scritto, la Bibbia era già canonizzata in Egitto. Quindi non è escluso che i nativi credessero nelle storie che ne sono emerse.