Stati Uniti, seconda più grande epidemia di morbillo in quasi due decenni

Gli Stati Uniti affrontano la seconda più grande epidemia di morbillo in quasi due decenni, dopo aver registrato 71 nuovi ...

Stati Uniti, seconda più grande epidemia di morbillo in quasi due decenni.

Gli Stati Uniti affrontano la seconda più grande epidemia di morbillo in quasi due decenni, dopo aver registrato 71 nuovi casi la scorsa settimana. Fino ad oggi, i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC, per il suo acronimo in inglese) hanno identificato 626 casi di malattia in 22 stati fino al 19 aprile, il maggior numero di infezioni in cinque anni.

Tra il 1 gennaio e l’11 aprile, il CDC ha segnalato 555 casi in 20 stati del paese. Secondo le autorità sanitarie, l’epidemia di morbillo potrebbe superare i 667 casi verificatisi nel 2014 nelle prossime settimane. Questa cifra del 667 è stata la più alta da quando il morbillo è stato dichiarato una malattia sradicata negli Stati Uniti nel 2000.

Stati americani con più casi di morbillo.

A New York sono stati registrati oltre la metà dei casi rilevati quest’anno, in particolare nel quartiere di Williamsburg a Brooklyn. Iowa e Tennessee hanno aderito alla lista CDC delle nuove infezioni da morbillo.

Il morbillo aumenta in tutto il mondo.

La scorsa settimana l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha riferito che l’incidenza del morbillo è in aumento in tutto il mondo. L’agenzia ha indicato che i casi segnalati sono triplicati durante i primi tre mesi di quest’anno rispetto al 2018 in tutto il mondo.

L’OMS ha dichiarato che questa malattia ha ucciso circa 110 mila persone in tutto il mondo nel 2017.