Epidemia di Encefalite uccide quasi 100 bambini in India

I dati sull’epidemia di Encefalite arrivano da due ospedali nello stato del Bihar, nel nord dell’India. Un focolaio di encefalite ...

Epidemia di Encefalite uccide quasi 100 bambini in India.

I dati sull’epidemia di Encefalite arrivano da due ospedali nello stato del Bihar, nel nord dell’India. Un focolaio di encefalite ha provocato quasi un centinaio di vittime, tutti bambini. Il focolaio sarebbe collegato al frutto tropicale litchi, chiamato anche nefelio o ciliegia della Cina.

Stato del Bihar, con alcuni dei peggiori indicatori di salute del paese, si affaccia anche da inizio giugno a un focolaio di sindrome acuta encefalite (AES), un’infezione virale.

Ottanta bambini sono stati uccisi nel più grande ospedale pubblico dello stato, lo Sri Krishna Medical College e l’ospedale (SKMCH), che si trova nella città di Muzaffarpur, mentre altri 17 sono morti in una scuola privata, ha detto Ashok Kumar Singh, un ufficiale sanitario della regione.

La maggior parte dei bambini ha subito un’improvvisa perdita di glucosio nel sangue, ha detto Singh a AFP.

Le immagini della televisione mostravano genitori in difficoltà con i loro figli, alcuni dei quali stipati nello stesso letto dell’ospedale. Un genitore ha messo in discussione il ministro della salute indiano Harsh Vardhan, quando è arrivato in ospedale per un controllo con una delegazione ufficiale.

Un medico ha detto, ad un canale televisivo locale, che il centro di salute non è in grado di gestire una tale ondata di pazienti, la maggior parte dei quali sono arrivati ​​semicosciente.

Diversi anni fa, gli scienziati americani avevano avvertito che questa malattia del cervello poteva essere collegata a una sostanza tossica presente nel frutto.