Emergenza Florida: crollo “imminente” di una diga con acqua contaminata

Le autorità della Florida, negli USA, hanno avviato l’evacuazione delle zone pericolose e hanno dichiarato lo stato di emergenza per il rischio “imminente” che crolli la diga di un [...] ..

Le autorità temono che l'area circostante possa allagare rapidamente dopo aver rilevato una rottura in una delle pareti dello stagno.

Le autorità della Florida, negli USA, hanno avviato l’evacuazione delle zone pericolose e hanno dichiarato lo stato di emergenza per il rischio “imminente” che crolli la diga di un ex impianto di fertilizzanti nella contea di Manatee, che immagazzina acqua di mare contaminata da fosforo e azoto.

Il grande stagno artificiale situato in una zona industriale di Piney Point, è rimasto abbandonato dal 2001 e contiene circa miliardi di litri di acqua mista a prodotti di scarto della produzione di fertilizzanti fosfatici. Le autorità temono che l’area circostante possa allagare rapidamente dopo aver rilevato una rottura in uno dei muri.

I funzionari hanno usato pietre e altri materiali per cercare di tappare il buco da venerdì a sabato, ma i tentativi non hanno avuto successo. Il governatore della Florida Ron DeSantis ha dichiarato lo stato di emergenza per garantire le risorse necessarie per aiutare ad affrontare il problema.

I servizi di emergenza hanno intensificato le evacuazioni, avvisando più di 300 famiglie di evacuare immediatamente la zona pericolosa. “Il crollo di Piney Point Stack è imminente. Andate via”, afferma l’avviso.

Da parte sua, l’amministratore della contea di Manatee, Scott Hopes, ha affermato che la preoccupazione principale è che l’acqua inonderà l’area, che è per lo più agricola e scarsamente popolata. “Stiamo parlando della possibilità che circa 2,3 miliardi di litri lascino lo stagno in pochi secondi e in minuti inondino l’area circostante”, ha detto.

(adsbygoogle=window.adsbygoogle||[]).push({})

Poiché lo stagno potrebbe contenere potenziali inquinantiradioattivi” e altre “sostanze chimiche tossiche“, sono state sollevate anche preoccupazioni per una catastrofe ambientale. Tuttavia, il Dipartimento per la protezione ambientale della Florida ha dichiarato che le acque reflue sono “leggermente acide, ma non a un livello preoccupante”.

Nel frattempo, squadre di lavoratori hanno tracciato percorsi di discarica e pompato migliaia di galloni al minuto nel sito per ridurre l’impatto nel caso in cui la diga dovesse crollare. Tuttavia, pompare l’intero stagno richiederebbe 10-12 giorni.