Cucinare il cibo distrugge la Vitamina B12: Vero o Falso?

La vitamina B12 è uno dei nutrienti più importanti per il funzionamento dell’organismo in generale, sebbene abbia un impatto particolare sulla salute del sangue e dei neuroni. La carenza [...] ..

Cucinare il cibo distrugge la tua vitamina B12?

La vitamina B12 è uno dei nutrienti più importanti per il funzionamento dell’organismo in generale, sebbene abbia un impatto particolare sulla salute del sangue e dei neuroni. La carenza di questa vitamina è la principale causa di anemia megaloblastica.

Una delle caratteristiche più importanti della vitamina B12 è che si trova naturalmente solo negli alimenti di origine animale. Cioè è presente in diversi tipi di carne, varietà di pesce, crostacei, uova, salsicce e latticini.

Alcuni lavori di ricerca suggeriscono che alcune piante come l’aloe vera possono contenere tracce di questa vitamina; sebbene in ogni caso sarebbe insignificante per i bisogni dell’organismo.

Quindi, il modo principale per garantire determinati livelli di B12 è attraverso una dieta equilibrata e sana, in cui trovano posto gli alimenti di origine animale sopra citati.

La vitamina B12 e la cottura dei cibi

A volte tra la popolazione sorgono voci e miti su determinate vitamine, minerali o sostanze nutritive. Pertanto, molte persone pensano che la cottura di cibi di origine animale possa causare la distruzione di B12. Gli specialisti spiegano cosa può succedere durante la cottura degli alimenti rispetto ai suoi livelli di vitamina B12.

Innanzitutto B12 non risente del calore. Tuttavia, è una molecola idrosolubile (sciolta in acqua. Pertanto, gli esperti riferiscono che se il cibo perde acqua durante la cottura, la vitamina B12 può evaporare parzialmente.

In questo senso, la cottura a microonde e la frittura sono i meccanismi di cottura più dannosi per la B12, poiché possono causare la più alta percentuale di perdita di questo nutriente negli alimenti.

Dal canto suo, il modo più corretto per mantenere praticamente il 100% di vitamina B12 è cucinare al forno o alla griglia.

Tuttavia, gli specialisti spiegano che è improbabile che il metodo di cottura abbia un’influenza rilevante sui livelli di vitamina B12 nell’organismo. La perdita a seconda della modalità di cottura può essere compresa tra il 12% e il 32%, quindi la quantità presente negli alimenti sarà comunque sufficiente.

Insomma, le persone sane che seguono una dieta equilibrata e sana di solito non hanno problemi ad avere livelli ottimali di B12, indipendentemente dal metodo di cottura.

Integratori vitaminici

Alcune persone hanno più difficoltà a raggiungere livelli ottimali di vitamina B12, specialmente quelli che seguono una dieta vegana o vegetariana, le persone con problemi di assorbimento del cibo o disturbi digestivi.

Così, oltre al cibo, un modo efficace per aumentare i livelli di vitamina B12 nell’organismo si trova nei trattamenti con integratori. Tuttavia, questa alternativa dovrebbe sempre avere la raccomandazione e la supervisione di un medico specialista.

Ad esempio, nelle persone con anemia megaloblastica, la maggior parte dei trattamenti si basa sull’assunzione di integratori di B12, che aiutano a ripristinare i livelli di questa vitamina nel corpo.