Corso online gratis CornaVirus, per saperne di più

Il nuovo coronavirus della malattia COVID-19 sta invadendo quotidianamente copertine di migliaia di media, soprattutto in Italia. Online una guida in più....

Corso online gratis CornaVirus, per saperne di più.

Mentre l’OMS emette avvisi sul coronavirus, ogni governo lo tratta in modo diverso. Muoiono tra il 2% e il 4%, ma la percentuale è notevolmente ridotta al di fuori della Cina e quando parliamo di vittime ci riferiamo a quelle che non sono anziani o che non hanno alcuna malattia esistente prima dell’infezione.

Alcune persone affermano che sia un virus uscito da un laboratorio per realizzare un controllo sulla popolazione. Altri gli attribuiscono un’importanza minima come meno grave della normale influenza, altri lo considerano una buona scusa per le azioni globali che molti politici volevano (come cancellare grandi eventi) … il fatto è che l’ignoranza rimane la protagonista di questa crisi, ed è per questo che è necessario imparare il più possibile sull’argomento.

Con questo in mente, l’Imperial College di Londra ha organizzato un corso gratuito (offerto tramite Coursera) chiamato “Science Matters: Let’s Talk About COVID-19“. È disponibile su coursera.org e inizia oggi.

Il corso insegna la “scienza che sostiene il nuovo focolaio di coronavirus”, in modo che possiamo capire “come viene modellata la diffusione dell’epidemia, come viene stimata la trasmissibilità delle infezioni, quali sono le sfide per stimare il tasso di mortalità, e l’importanza della partecipazione della comunità nella risposta all’epidemia.

Nella loro descrizione indicano:

“Mentre l’epidemia sembra diffondersi in sempre più paesi, le persone in tutto il mondo si chiedono quale sia la traiettoria dell’epidemia e se dovrebbero preoccuparsi. I resoconti dei media sull’epidemia spesso si concentrano sugli eventi più eclatanti: i governi che evacuano i loro cittadini dalla provincia di Hubei, i passeggeri delle crociere a cui viene impedito lo sbarco dopo il rilevamento di un caso, o immagini di materiali di consumo esauriti in aree percepite ad alto rischio”.

E ancora:

“Sui social media, altri rapporti sull’epidemia vanno da voci non supportate a disinformazione deliberata, che aumenta il senso di panico che molte persone sperimentano. Un’analisi solida e affidabile è vitale in questa fase non solo come un modo per dare un senso di prospettiva ai membri interessati del pubblico, ma anche per supportare i governi e altre parti interessate nella pianificazione delle loro risposte”.

Il corso utilizza le informazioni dei ricercatori del Centro MRC per l’analisi globale delle malattie infettive (GIDA) e del Jameel Institute for Disease Emergency Analysis (J-IDEA), che hanno lavorato per trovare stime affidabili della diffusione dell’epidemia e le sue prospettive.

Si stima che il corso abbia una durata di circa 19 ore, essendo disponibile in inglese con sottotitoli in inglese.