Miliardi di cicale emergeranno negli Stati Uniti dopo aver trascorso 17 anni sottoterra

Secondo un esperto di entomologia, questi insetti sono geneticamente programmati per emergere in “modo sincrono di massa” come strategia di sopravvivenza. Questa primavera, 15 stati degli Stati Uniti saranno teatro ...

Miliardi di cicale emergeranno negli Stati Uniti dopo aver trascorso 17 anni sottoterra.

Secondo un esperto di entomologia, questi insetti sono geneticamente programmati per emergere in “modo sincrono di massa” come strategia di sopravvivenza.

Questa primavera, 15 stati degli Stati Uniti saranno teatro di un raro fenomeno naturale: miliardi di cicale emergeranno dal sottosuolo dopo il risveglio da un letargo durato 17 anni.

Una colonia di questi insetti, nota come Brood 10, dovrebbe apparire per la prima volta dal 2004 in Delaware, Georgia, Illinois, Indiana, Kentucky, Maryland, Michigan, North Carolina, New Jersey, New York, Ohio, Pennsylvania, Tennessee , Virginia, West Virginia e Washington DC, dettagli Cicada Mania.

La colonia Brood 10 comprende la specie “Magicicada septendecim“, caratterizzata da larghe strisce arancioni e una macchia arancione tra gli occhi, nonché “Magicicada cassini” e “Magicicada septendecula“, che hanno addomi quasi completamente neri.

Dopo aver trascorso quasi due decenni sottoterra in uno stato di “ninfa” nutrendosi della linfa delle radici degli alberi, le cicale affioreranno da metà maggio a fine giugno, quando la temperatura del suolo raggiungerà almeno circa 18 gradi centigradi.

Una volta in superficie, gli insetti inizieranno ad accoppiarsi e deporre le uova prima di morire.

Il rumore per cui sono famose le cicale, e che può raggiungere i 100 decibel, è in realtà un prodotto del loro processo di accoppiamento.

Strategia di sopravvivenza

Come spiegato da Michael J Raupp, professore emerito di entomologia presso l’Università del Maryland, le cicale sono geneticamente programmate per emergere ogni 17 anni in “modo massicciamente sincrono“, riferisce Newsweek.

Le densità possono arrivare fino a 1,5 milioni di esemplari per acro. Quindi tra la Georgia e New York ne emergeranno sicuramente miliardi”, ha detto l’esperto.

Si ritiene che questi insetti appaiano in così grande numero da sopraffare i loro predatori in una “strana strategia di sopravvivenza” nota come sazietà predatoria, ha osservato Raupp.