Christian Eriksen: medico spiega cosa è successo in campo dopo il crollo del giocatore

Il giocatore dell'Inter e della Nazionale della Danimarca Christian Eriksen è crollato improvvisamente al suolo poco prima dell'intervallo nello scontro di Euro 2020 tra Danimarca e Finlandia al Parken Stadium di Copenaghen. Ha ricevuto la RCP in campo e poi è stato portato in ospedale...

Christian Eriksen: medico spiega cosa è successo in campo dopo il crollo del giocatore

Il medico della squadra danese Morten Boesen si è aperto sui momenti strazianti che hanno seguito il crollo di Christian Eriksen dopo essere entrato in campo per salvargli la vita. La stella dell’Inter Eriksen è crollata improvvisamente al suolo poco prima dell’intervallo nello scontro di Euro 2020 tra Danimarca e Finlandia al Parken Stadium di Copenaghen.

È stato subito evidente che l’ex attaccante degli Spurs era in difficoltà e il suo compagno di squadra Simon Kjaer è stato il primo sulla scena a somministrare cure salvavita. Il capitano della Danimarca ha liberato le vie respiratorie di Eriksen mentre giaceva a terra estraendo la lingua dalla gola perchè non soffocasse, mentre i giocatori di entrambe le squadre hanno fatto cenno in fretta al personale medico di entrare nel campo di gioco.

I giocatori della Danimarca hanno quindi formato un anello protettivo attorno al loro compagno di squadra per offrirgli un po’ di privacy mentre i medici hanno rianimato Eriksen. Dopo un lungo trattamento in campo, il fuoriclasse danese è stato portato in barella fuori dal campo e successivamente in ospedale.

Sembrava essere cosciente in questo momento, con suo padre che in seguito confermò al suo agente, Martin Schoots, che disse: “Christian Eriksen respira e può parlare. È sveglio“. Il medico della squadra danese Boesen è stato con Eriksen durante il terribile calvario e ha ricordato cosa è successo quando è sceso in campo per somministrare cure salvavita.

“Siamo stati chiamati in campo quando Christian è caduto”, ha detto Boesen in una conferenza stampa. “Era chiaro che era incosciente. Quando sono arrivato da lui era dalla sua parte, respirava, potevo sentire il polso, ma improvvisamente è cambiato e abbiamo iniziato a fargli la rianimazione.

(adsbygoogle=window.adsbygoogle||[]).push({})
C’è stato un aiuto fantastico dal medico dello stadio e dal resto dei servizi di emergenza, e con quella collaborazione abbiamo ottenuto ciò di cui avevamo bisogno. Abbiamo recuperato Christian, che mi ha parlato prima di essere portato in ospedale”.

La partita è stata rinviata dopo il malore di Eriksen, con giocatori di entrambe le parti che hanno lasciato il campo in evidente difficoltà. Il gioco è ripreso in seguito quando è filtrata la notizia che Eriksen si stava riprendendo in ospedale, con l’attaccante che invitava i suoi compagni di squadra a continuare a giocare senza di lui. La Finlandia, al suo esordio nella competizione europea, ha poi vinto la partita con il risultato di 1-0.

Fabrice Muamba ha subito un arresto cardiaco mentre giocava per Bolton nel 2012. Come Eriksen, Muamba ha ricevuto cure salvavita in campo e si è ripreso, ma non è mai più stato in grado di giocare a calcio.

“Ha riportato cose che ho messo dentro di me, questa emozione che è laggiù. Per guardarlo da quella distanza e non sapere cosa sarebbe successo”, ha detto Muamba alla BBC Sport. “È stato spaventoso, ma merito del personale medico. Hanno fatto un lavoro straordinario su Christian. Mi piace come i suoi compagni di squadra si sono messi insieme per proteggerlo. Ha riportato l’emozione che non vuoi davvero vedere dall’altra parte. Spero che le cose vadano bene per lui. Spero che si riprenda al più presto”.