Biologi sviluppano capre transgeniche che producono latte anticancro

Un team internazionale di biologi ha creato due linee di capre transgeniche che secernono anticorpi anti-cetuximab con latte. Il cetuximab ...

Biologi sviluppano capre transgeniche che producono latte anticancro.

Un team internazionale di biologi ha creato due linee di capre transgeniche che secernono anticorpi anti-cetuximab con latte. Il cetuximab isolato presenta vantaggi rispetto al farmaco commerciale attualmente in uso: innesca in modo più efficiente una risposta citotossica e non trasporta un epitopo immunogeno.

Gli anticorpi monoclonali sono usati come farmaci in una serie di malattie, inclusi vari tipi di cancro. La produzione di anticorpi si basa su colture cellulari di mammiferi: in tali condizioni, le proteine ​​ricombinanti sono glicosilate correttamente, il che è spesso necessario per il loro lavoro. Tuttavia, la coltura cellulare è un metodo di produzione costoso e improduttivo.

In alternativa alle colture cellulari, vengono utilizzati animali transgenici: insieme al latte, producono le proteine ​​necessarie. Questo approccio è molto più economico e consente la produzione di sostanze ricombinanti in grandi volumi.

  • L’antitrombina umana è già ottenuta con latte di capra.

Scienziati della Nuova Zelanda, Stati Uniti e la Francia, guidata da Götz Laible del Ruakur Research Center, ha creato capre transgeniche produttrici di latte con cetuximab, anticorpi monoclonali per il recettore del fattore di crescita epidermico, utilizzate per il trattamento del carcinoma del colon-retto e del carcinoma della testa e del collo.

Costrutti genetici che codificano per due catene di cetuximab (pesanti e corti) sono stati introdotti nei fibroblasti embrionali di capra. I nuclei di 9 linee cellulari che hanno prodotto con successo anticorpi sono stati trasferiti alle uova di capra (la stessa procedura viene eseguita durante la clonazione), dove è stata allevata la prole. Man mano che crescevano, i loro ormoni stimolavano il rilascio di latte, hanno analizzato la quantità di cetuximab leggera e catene pesanti.

Delle 9 linee di capre transgeniche, solo 2 hanno prodotto abbastanza latte per 30 giorni di stimolazione ormonale. Nel latte di queste linee è stata confermata l’espressione attiva di entrambe le catene di cetuximab, sono stati isolati 850 milligrammi di anticorpi puri da 100 millilitri di latte da una delle capre.

  • I discendenti delle capre di prima, seconda e terza generazione portavano lo stesso numero di copie di alleli transgenici dei fondatori delle linee e isolavano gli anticorpi nel latte.

Il cetuximab isolato dal latte è stato testato su una linea cellulare di carcinoma mammario umano che esprime il bersaglio del farmaco, i recettori del fattore di crescita epidermico. Gli anticorpi legati al latte per il recettore non sono peggiori del farmaco commerciale Erbitux, prodotto dalla coltura cellulare.

Inoltre, il cetuximab prodotto dalle capre ha interagito meglio di Erbitux con il recettore CD16 (svolge un ruolo chiave nella citotossicità mediata da anticorpi), il che significa che può resistere meglio alle cellule tumorali. La ragione dell’elevata efficienza di legame, dicono gli scienziati, era un’altra glicosilazione proteica nelle cellule di capra.

L’analisi della glicosilazione ha mostrato che il latte cetuximab non ha l’epitopo α-Gal, che è presente in Erbitux e provoca reazioni immunitarie avverse. Questo può essere un altro vantaggio degli anticorpi prodotti dalle capre, ma sono necessarie ulteriori ricerche per fare un confronto dettagliato delle proprietà dei due farmaci.

Un altro modo insolito per produrre medicine è con una stampante 3D. Alcuni mesi fa, è stato fatto un tentativo di stampare compresse di paracetamolo – la procedura non ha influito sulla stabilità della sostanza e le compresse a forma di piramide si sono dissolte più velocemente di quelle cilindriche normali.

  • Fonte: la prestampa dell’articolo è disponibile su bioRxiv.