Bolivia in fiamme: Governo chiede aiuto internazionale

Il governo de facto della Bolivia ha dichiarato questo giovedì un “disastro nazionale” nel Paese a causa della gravità degli ...

Bolivia in fiamme: Governo chiede aiuto internazionale.

Il governo de facto della Bolivia ha dichiarato questo giovedì un “disastro nazionale” nel Paese a causa della gravità degli incendi boschivi, che finora hanno colpito 1.393.000 ettari di campi su tutto il territorio.

Con un decreto supremo dell’autoproclamata presidente Jeanine Áñez, l’Esecutivo ha affidato al ministero degli Esteri la gestione degli aiuti internazionali, sia da parte di Stati o organizzazioni che “desiderano cooperare”, indica il testo ufficiale.

“È una necessità, abbiamo forti minacce e non vogliamo che ciò che è successo lo scorso anno accada, quindi, penso che siamo ancora in tempo”, ha detto Áñez in una cerimonia ufficiale tenutasi nel dipartimento di Santa Cruz.

Il decreto autorizza, inoltre, le istituzioni e gli enti pubblici, nell’ambito delle loro attribuzioni e poteri, ad effettuare adeguamenti di bilancio che consentano loro di intervenire sull’emergenza.

Inoltre, “possono richiedere sostegno e sostegno al Ministero della Difesa, tramite il Vice Ministero della Protezione Civile”, per controllare l’avanzata dell’incendio.

Nel quadro di una vasta siccità, forti venti e temperature elevate, la serie di incendi colpisce i dipartimenti di Chuquisaca, Cochabamba, Pando, La Paz, Beni e Santa Cruz, gli ultimi due sono i più colpiti.

Secondo il governo boliviano, l’incendio ha causato perdite ad almeno 800 famiglie, perché l’incendio ha distrutto i raccolti e ucciso il bestiame.

“Non possiamo più combattere questa situazione da soli”, ha detto il ministro della Difesa Fernando López nell’annuncio ufficiale.

Nel 2019, la Bolivia ha subito una serie di incendi boschivi su larga scala, considerati i più gravi disastri ecologici dell’ultimo decennio nella nazione andina.