Inventano Biscotto con Vitamina D per sradicare la malnutrizione

Sviluppato un alimento "super" nutriente senza scopo di lucro per porre fine alla malnutrizione nel mondo...

Inventano Biscotto con Vitamina D per sradicare la malnutrizione

La malnutrizione è uno dei grandi problemi che affliggono il mondo. Ecco perché la Fondazione Grupo Siro ha sviluppato un “biscotto nutrizionale” ricco di vitamine e minerali con l’obiettivo di rappresentare un’invenzione rivoluzionaria nel campo della nutrizione. Tra i suoi componenti c’è anche la vitamina D.

Questo biscotto nutrizionale è stato modificato per ospitare una grande quantità di minerali e vitamine essenziali per qualsiasi essere umano. Pertanto, lo scopo di questo “superalimento” è fornire quotidianamente nutrienti, energia e almeno il 50% delle vitamine e dei minerali raccomandati. È un progetto pionieristico che cerca di sradicare la malnutrizione nel mondo.

Inoltre, uno degli aspetti più incoraggianti di questo biscotto nutrizionale è che costerebbe solo 0,30 centesimi. Grazie ad essere così conveniente, la Fondazione Grupo Siro mira ad aiutare i quasi 690 milioni di persone nel mondo che soffrono di malnutrizione. Secondo la FAO (Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura) l’8,9% della popolazione mondiale soffre di malnutrizione. Inoltre, negli ultimi cinque anni questa cifra è aumentata di 60 milioni di persone.

Biscotto arricchito con vitamina D

Questo biscotto arricchito con vitamina D, tra gli altri elementi, è stato presentato ufficialmente questo luglio. Pertanto, la creazione di questo prodotto non ha scopo di lucro. L’obiettivo principale è distribuirlo attraverso reti di collaborazione con istituzioni che mirano anche a debellare la malnutrizione in qualsiasi parte del mondo.

Inventano Biscotto con Vitamina D per sradicare la malnutrizione

“Porre fine alla malnutrizione nel mondo è un obiettivo molto ambizioso che non possiamo raggiungere da soli. Siamo riusciti a sviluppare questo prodotto ad un costo molto contenuto, e questo è il primo passo”, fanno sapere dalla Fonadazione.

Tuttavia, avvertono che “dobbiamo collaborare con altre istituzioni, aziende e organizzazioni che condividono il nostro scopo in modo che possa raggiungere quelle popolazioni che ne hanno più bisogno e stiamo già tessendo quella rete di collaboratori aperta a nuovi partner”.

(adsbygoogle=window.adsbygoogle||[]).push({})

Inoltre, l’elaborazione di questo biscotto super nutriente ha avuto la supervisione e le raccomandazioni del CODEX Alimentarius Global, oltre alla Pan American Health Organization.

Proprietà del “biscotto nutrizionale”

Questo biscotto nutrizionale è diverso dagli altri prodotti fortificati, principalmente per il suo prezzo basso accessibile a chiunque. Ma è anche che, con la sua assunzione, è possibile incorporare nell’organismo almeno il 50% di minerali e vitamine di cui una persona ha bisogno quotidianamente. Quindi, questo biscotto ha nella sua composizione vitamina D, A, B1, B2, B3, B5, B6, B12, C ed E. Contiene anche acido folico, calcio, ferro, magnesio e iodio. È una fonte di proteine ​​e ricca di fibre.

Per l’elaborazione di questa gallera sono state utilizzate farine integrali, olio di girasole alto oleico e piccolissime quantità di zuccheri e sale; essere al di sotto dei livelli stabiliti dall’Organizzazione mondiale della sanità (OMS). Inoltre, ha un punteggio Nutriscore A.

Da parte sua, il Presidente di HM Hospitales, Juan Abarca Cidón, sottolinea che “da quando HM Hospitales siamo venuti a conoscenza dell’esistenza di questo biscotto nutrizionale ci siamo rivolti a questa iniziativa perché condividiamo i valori che guidano la Fundación Grupo Siro al suo sviluppo».

“Come operatori sanitari è inconcepibile che nel XXI secolo ci siano ancora problemi di malnutrizione nel mondo, e questa iniziativa, unendo innovazione, talento e lavoro di squadra, sta facendo progressi decisivi nella soluzione di questo problema endemico globale”.

Per questo motivo, per corroborare l’efficacia del consumo di questo biscotto come integratore multinutriente, la Fondazione Grupo Siro ha scelto il Guatemala per avviare una sperimentazione clinica con un gruppo di 200 bambini tra i 3 ei 6 anni; tutti appartengono alla rete Caritas Aquidiocesana del Guatemala.