Bambina sopravvive alla tempesta di neve abbracciando un cane randagio

Una bambina di dieci anni è riuscita a sopravvivere miracolosamente in una fredda notte con temperature di -11°C abbracciando un cane randagio per dargli calore dopo essersi persa in [...] ..

Bambina sopravvive alla tempesta di neve abbracciando un cane randagio

Una bambina di dieci anni è riuscita a sopravvivere miracolosamente in una fredda notte con temperature di -11°C abbracciando un cane randagio per dargli calore dopo essersi persa in una tempesta di neve mentre camminava da sola a casa da scuola. E’ successo in Russia.

La bambina aveva perso quasi un chilometro da casa sua quando tornò dalla scuola a Uglegorsk, la più grande isola in Russia, Sakhalin, con temperature che erano scese almeno undici gradi sotto zero. La tempesta di neve aveva causato una nevicata da più di mezzo metro e pile di neve che si accumulano fino al primo piano delle case del posto.

La bambina è stata trovata 18 ore dopo aver camminato a casa da scuola, mentre stava “abbracciando un cane randagio per riscaldarsi”. I due sono stati trovati su un materasso, che era stato messo li per i cani senzatetto, sotto un balcone basso, per proteggersi dalla tempesta.

Una fonte locale ha riferito che la ragazza è stata portata direttamente in ospedale dove le è stato diagnosticato un leggero congelamento. La bambina aveva lasciato la scuola alle 13:00 ed è stata ritrovata la mattina successiva alle 8:45. Dopo la scuola era andata a dar da mangiare a questi cani che girano attorno al balcone, per poi rimanere intrappolata nella tempesta di neve e dai forti venti.

Lo spazio sotto il balcone gli ha dato un riparo. La ricerca della bambina ha occupato oltre 40 persone, ed ha richiesto più di 12 ore per trovarla dal momento che i loro genitori hanno dato l’allarme. La bambina è tornata a casa accompagnata dalla mamma che si è recata in ospedale dopo la notizia. Adesso si cerca il cane che ha salvato la vita alla bambina.