Auto elettrica con le stesse prestazioni di un motore a combustione

Uno dei grandi problemi con un’auto elettrica è che una volta coperta l’intera distanza delle sue prestazioni, ci vuole molto tempo per ricaricarsi. Questo perché ha batterie agli ioni di ...

Uno dei grandi problemi con un’auto elettrica è che una volta coperta l’intera distanza delle sue prestazioni, ci vuole molto tempo per ricaricarsi. Questo perché ha batterie agli ioni di litio. Ma presenta anche un gran numero di inconvenienti che l’azienda californiana QuantumScape, sembra aver risolto con un dettaglio.

A parte le scarse prestazioni, rispetto ai veicoli con motore a combustione interna, c’è la vita utile del suo generatore. Ogni volta che raggiunge il picco, le cellule perdono un terzo della loro capacità. Ma a ciò va aggiunto che, grazie ai materiali infiammabili con cui sono fabbricati, rappresentano un rischio per gli utenti.

Per risolvere questo problema, gli scienziati sapevano già cosa era necessario per ottimizzare. Tuttavia, non avevano trovato un modo per generare le procedure per adattarli alle automobili. La soluzione è una batteria allo stato solido.

QuantumScape e la soluzione per le auto elettriche

Il concetto sintetizzato di batteria allo stato solido propone, sulla carta, soluzioni performanti efficaci. A differenza della conduzione di elettrolita liquido convenzionale, il materiale che trasporta gli ioni di litio tra gli elettrodi, utilizza un elettrolita solido. Mentre l’anodo, che è il negativo della batteria, è fatto di litio metallico puro.

Sono equazioni che sono state spiegate su una lavagna, ma senza successo nella pratica. Fino a quando QuantumScape ha affermato di avere la soluzione. Tra i vari annunci che hanno fatto, dicono che il loro cellulare è in grado di caricarsi all’80% in 15 minuti.

Inoltre, dopo 800 cicli di carica, mantiene ancora l’80% della sua capacità. E se ciò non bastasse, non sei a rischio di incendio perché non ha tanti prodotti infiammabili. Sostengono che la chiave per ottenere ciò sia realizzare una batteria senza la presenza di un anodo sul negativo, ma al suo interno. Situazione che consente di trovare tutto quanto sopra.

“Questo design senza anodo è importante perché è probabilmente l’unico modo in cui le batterie al litio metallico possono essere prodotte oggi con gli attuali impianti di produzione”, afferma QuantumScape.

Infine, pensano che l’uso di ceramica flessibile tra l’anodo e il catodo sia essenziale. Ebbene, fa sì che il solido venga generato in modo stabile. Questo funge da barriera e svolge anche la funzione principale di trasportare gli ioni di litio.